skip to Main Content
Bolletta Luce Scaduta, Cosa Fare?

Bolletta luce scaduta, cosa fare?

Può capitare a tutti noi di pagare in ritardo la bolletta della luce, vediamo cosa fare per non rischiare di rimanere senza elettricità in casa.

Sommario:

Bolletta della luce pagata in ritardo

Dal momento in cui si riceve la fattura, il cliente ha 20 giorni di tempo per pagarla. Se non si ricorda la data di scadenza, c’è il rischio di pagare una bolletta della luce già scaduta. Non è la stessa cosa pagare una bolletta luce scaduta da due giorni che pagarne una scaduta da due settimane. Nel primo caso, il cliente può contattare il fornitore di energia elettrica, spiegando l’accaduto e effettuando il prima possibile il pagamento, senza dover andare incontro alla penale.

In caso di morosità, invece, la prima cosa da fare è mettersi in contatto con  l’operatore per capire come saldare le fatture arretrate. Qui pagherete gli interessi di mora maturati, che aumentano in base ai giorni di ritardo del pagamento. Il fornitore prima di staccare la luce deve seguire un iter stabilito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), volto a tutelare il consumatore. Dapprima, quindi, il fornitore invierà un sollecito di pagamento al cliente e, successivamente,  in caso di mancato pagamento, spedirà una diffida legale a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. Se dopo dieci o venti giorni – a seconda della tipologia del cliente – il fornitore non riceve la ricevuta di avvenuto pagamento, procederà alla riduzione della potenza del contatore. Dopo 15 giorni dalla riduzione della potenza, sarà sospesa la fornitura di energia elettrica e bloccato il codice POD per evitare che il cliente moroso passi a un altro fornitore.

Una volta avvenuto il pagamento, in seguito al distacco della luce, il fornitore comunicherà al distributore locale di riattivare il contatore. La riattivazione deve avvenire entro un giorno lavorativo, nel caso tardasse il cliente ha diritto a degli indennizzi:

  • riallaccio dopo due giorni dalla comunicazione 35 euro;
  • entro tre giorni 70 euro;
  • se si superano i tre giorni 105 euro.

Per dimostrare il pagamento delle fatture arretrate, il cliente deve inviare (via e-mail, fax o posta) al fornitore la copia della ricevuta di pagamento e la copia della bolletta che non era stata pagata.

Cosa fare se la bolletta arriva già scaduta

cosa-fareA volte capita che la responsabilità del mancato pagamento non sia del cliente. Se si riceve una bolletta della luce già scaduta o se viene smarrita a causa del servizio postale, l’intestatario della fattura dovrà pagare la bolletta più gli interessi di mora maturati. Nella bolletta della luce c’è sempre la data di emissione e la data di scadenza. Il cliente, in questo caso, può contattare il fornitore e richiedere i danni. Il reclamo può essere presentato via e-mail e fax, alcuni fornitori mettono a disposizione nel loro sito web dei moduli da compilare.

Nel caso in cui la fattura venga smarrita, risulta difficile dimostrare che non è mai arrivata a destinazione. Per questo motivo, l’Associazione dei consumatori chiede la tracciabilità delle bollette in modo che le conseguenze – in caso di ritardi o smarrimenti – non ricadono solo sul cliente. Infatti, tracciare la consegna della bolletta, permette al consumatore di presentare un ricorso quando la fattura viene consegnata già scaduta.

Come pagare in tempo la fattura?

Sempre più fornitori di energia elettrica mettono a disposizione dei clienti un’App che consente ai clienti di rimanere sempre aggiornati. Infatti, grazie all’App si possono ricevere notifiche quando la bolletta è in scadenza, controllare tutte le fatture pagate e pagare le bollette online con carta di credito.

Un altro modo per evitare ritardi o mancati pagamenti è quello di attivare la domiciliazione bancaria. In questo modo non dovrai recarti di persona alla posta per pagare la bolletta, ma l’importo ti verrà scalato dal tuo conto.

Bolletta luce scaduta, cosa fare? ultima modifica: 2018-09-12T11:52:09+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top