Fotovoltaico: come può aiutarci a tutelare il nostro pianeta

migliore offerta luce e gas

Risparmia fino a 700€ all'anno in bolletta!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

gestore più conveniente

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


L’installazione di un impianto fotovoltaico ci permette di produrre energia sfruttando la luce del sole. Ma come funziona esattamente un impianto fotovoltaico? Ma soprattutto, è davvero conveniente per tutti? Andiamo a vedere tutte le caratteristiche principali che riguardano questa tipologia di impianto.

Come funziona un impianto fotovoltaico e quante tipologie esistono

Un impianto fotovoltaico è formato da celle fotovoltaiche di silicio puro al 99%, un semiconduttore utilizzato appunto per produrre energia pulita. Questo, partendo dai raggi del sole, produce elettricità pulita in corrente continua. In poche parole i fotoni dell’energia solare stimolano gli elettroni liberi contenuti nel silicio e così le celle fotovoltaiche generano una tensione e una corrente continua. La corrente viene poi inviata ad un dispositivo chiamato inverter, che converte la corrente continua in corrente alternata; in questo modo potrà essere utilizzata per tutti gli elettrodomestici e apparecchi di casa.

L’avvento della tecnologia ha permesso di arrivare oggi ad avere diverse tipologie di celle e quindi di impianti fotovoltaici e sono:

  • Monocristallino: consente ottime performance e rendimenti per avere più potenza per metro quadro;
  • Policristallino: buone performance per rendimenti vicini al monocristallino, ma con costi più contenuti;
  • Amorfo: si adatta in maniera ottimale alle alte temperature. Inoltre per sapere quanta energia puoi ottenere dal tuo impianto puoi consultare questo articolo di Ecomalogico.

Quanto è conveniente installare un impianto fotovoltaico?

Vuoi installare un impianto fotovoltaico ma non sai se effettivamente ti conviene? Per prima cosa bisogna sapere che un impianto fotovoltaico è davvero conveniente quando i reali consumi annuali superano i 2500/3000 kwh e solo se si ha la possibilità di utilizzare la maggior parte dei propri consumi energetici (lavatrici, lavastoviglie) nelle ore di sole, per consumare l’energia appena prodotta dall’impianto; questo perché consumando l’energia autoprodotta senza prelevarla dalla rete consentirà un ulteriore risparmio.

Ormai sono sempre di più le persone che scelgono questo tipo di impianto per impegnarsi nella tutela ambientale, ma anche per risparmiare energia e quindi denaro. Il fotovoltaico permette quindi di risparmiare sull’elettricità utilizzata e sulle bollette, permettendo alle famiglie di essere indipendenti dal punto di vista energetico pur non essendo totalmente scollegate dalle tradizionali forniture.

I vantaggi per l’ambiente

Le eccessive emissioni di CO2 stanno diventando un serio problema per l’ambiente. Il fotovoltaico può aiutare, in parte, a limitare i danni; questo perchè installando un impianto fotovoltaico in casa equivale a piantare circa 190 alberi, un enorme risparmio di CO2 negli anni. È ormai evidente come, attraverso la scelta di fonti rinnovabili per la produzione di energia, sia possibile aiutare il nostro Pianeta.

Avere un impianto fotovoltaico comporta però anche altri benefici sull’ambiente, evitando altri tipi di inquinamento come:

  • Inquinamento chimico, perché non vengono prodotti residui, emissioni o scorie;
  • Inquinamento termico, perché le temperature non superano i 60°;
  • Inquinamento acustico, perché c’è una completa assenza di rumori.

Costi e durata di un impianto fotovoltaico

Mediamente i pannelli di un impianto fotovoltaico durano circa 25-30 anni, una vita piuttosto lunga. Negli anni va chiaramente fatta manutenzione, ma questa è davvero poca visto che si consiglia di effettuarla solo dopi i primi 10 anni. Una volta terminato il loro ciclo di vita, i pannelli dell’impianto vanno smaltiti seguendo regole ben precise e il 98% dei suoi componenti viene riciclato. I costi degli impianti fotovoltaici nell’ultimo periodo sono aumentati per diverse ragioni come l’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia. Fortunatamente è ancora possibile approfittare dei diversi incentivi preposti dallo Stato.

Attualmente i prezzi oscillano comunque sopra i 7.000 euro, costo che però lievita in base al brand prescelto e alle soluzioni tecnologiche degli inverter e degli ottimizzatori di pannello. Se vuoi abbracciare il cambiamento ma non sai da dove cominciare puoi affidarti alle mani esperte del team di Ecomalogico, che ti aiuterà a capire se il fotovoltaico è la scelta migliore e ti seguirà passo passo verso questo percorso.

Con l’espansione delle energie rinnovabili, lo smaltimento dei rifiuti fotovoltaici potrebbe essere un problema nel prossimo futuro, ma il riciclaggio potrebbe essere la risposta. Per ulteriori approfondimenti puoi consultare l’articolo di VSX design Blog su questo tema.