Arredare casa con materiali e tecnologie green


Grazie alla scelta di materiali sostenibili e tecnologie volte al risparmio energetico è sempre più facile realizzare una casa ecosostenibile. Vediamo come arredare una nuova casa sfruttando materiali green per ridurre il nostro impatto sull'ambiente e quali tecnologie possiamo sfruttare per ottimizzare i nostri consumi e risparmiare sulle bollette. Per tutte le notizie legate all’ambiente, consulta il Tabloid.

Efficienza energetica e sostenibilità domestica

Risparmio energetico e sostenibilità ambientale sono due concetti sempre più importanti per i consumatori, indirizzandone le scelte quando si tratta di acquistare un prodotto o arredare una nuova abitazione. L'emergenza climatica che stiamo vivendo e la crescente consapevolezza da parte dei cittadini sta spingendo sempre più persone ad adottare atteggiamenti ecofriendly nella vita di tutti i giorni. All'interno delle mura domestiche, l'attenzione si sposta verso le nuove tecnologie, come la domotica, in grado non solo di semplificare la gestione della casa, ma soprattutto di ottimizzare l'efficienza energetica, risparmiando sulle bollette di casa e riducendo le emissioni di C02. Parallelamente, grazie anche alle detrazioni statali, si sta incentivando l'utilizzo delle energie rinnovabili, trainate soprattutto dall'energia solare. In generale, si presta sempre più attenzione alle proprie scelte sia nella realizzazione che nell'arredamento della nuova casa, prediligendo materiali eco sostenibili, soluzioni di riciclo e la scelta di dispositivi e soluzioni tecnologiche in grado di aumentare il risparmio energetico domestico, diminuendo il più possibile il proprio impatto sull'ambiente.

Sempre più importanza viene conferita all'architettura sostenibile e alla bioedilizia, dove vengono utilizzati materiali a basso impatto ambientale, quali ceramica, pietra o laterzio che non inquinano e mantengono inalterate nel tempo le loro proprietà. Nella costruzione di una casa sostenibile sono da preferire materiali quali legno, vetro e sughero, quest'ultimo particolarmente adatto per isolare da un punto di vista termico e acustico la propria abitazione. Per arredare gli interni in modo ecofriendly, è consigliabile utilizzare materiali e oggetti di recupero, in un'ottica di riciclo: ad esempio sfruttare i pallet in legno per creare tavoli o divani, una soluzione che permette di ottenere una casa moderna e chic ma a basso impatto ambientale. Queste scelte oltre ad essere un beneficio per l'ambiente, aumentano il valore di mercato dell'immobile stesso.

Come risparmiare sul riscaldamento

Oltre alla scelta dei materiali, ci sono molti modi in cui possiamo contribuire al risparmio energetico, a partire dall'isolamento dell'abitazione. Un'abitazione perfettamente isolata infatti permette di accorciare le tempistiche per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, evitando inutili sprechi di energia. Inoltre, una casa isolata permette di ridurre l'inquinamento acustico, aumentando di molto il comfort abitativo. L'energia impiegata per riscaldare un'abitazione è spesso la più gravosa dal punto di vista economico e ambientale, ma esistono diverse soluzioni per ridurre la bolletta del riscaldamento. È consigliabile ad esempio sostituire una caldaia tradizionale con una a condensazione, oppure optare per un riscaldamento a pavimento o a infrarossi, utilizzando pannelli radianti in grado di produrre calore tramite irraggiamento. Per ottimizzare il risparmio energetico e tenere sotto controllo i nostri consumi, possiamo appoggiarci a dispositivi domotici come i termostati smart: questi ci permettono di personalizzare la temperatura interna secondo le nostre abitudini lasciando che sia l'impianto ad autoregolarsi, spegnendosi una volta raggiunta la temperatura desiderata, evitando qualunque spreco di energia.

Per risparmiare energia in casa è importante scegliere un elettrodomestico ad alta efficienza: il consumo dei nostri elettrodomestici incide infatti per il 30% sulla bolletta della luce, per questo è fondamentale preferire un modello di classe elevata, prestando attenzione all'etichetta energetica.

Domotica e risparmio sui consumi

La domotica rappresenta certamente una delle migliori tecnologie per il risparmio abitativo, in quanto ci permette di ottimizzare i nostri impianti domestici, garantendoci un importante risparmio economico. Inoltre, la possibilità di personalizzare ogni aspetto abitativo e di attivare il controllo da remoto, semplifica enormemente la gestione della casa, aumentando il comfort domestico. I dispositivi domotici favoriscono infatti un uso ottimizzato e consapevole dell'energia, che si traduce in un notevole risparmio non solo di energia elettrica ma anche di acqua e gas.

Un classico esempio ci viene fornito dalle prese smart, realizzate su misura per tenere controllata l'energia consumata dal nostro impianto. Molti modelli hanno incorporato un meccanismo di spegnimento forzato, così da spegnersi in automatico laddove venisse superata la soglia di consumi giornaliera. Contribuiscono al risparmio energetico anche gli impianti di illuminazione intelligente: non dovremo più temere di dimenticarci luci o ciabatte accese, perché il nostro impianto domotico regolerà l'attivazione e lo spegnimento delle luci in automatico quando usciremo o entreremo in una stanza. Una soluzione smart in grado di combattere gli sprechi inutili di energia, ottimizzare i consumi e ridurre il costo della bolletta.

In commercio è possibile acquistare diversi dispositivi tecnologici per tenere sotto controllo i consumi e risparmiare energia: ad esempio possiamo acquistare dei riduttori di flusso da applicare ai nostri rubinetti, così da risparmiare fino al 30% sul consumo idrico.

Energie rinnovabili, sostenibilità ambientale e risparmio energetico

Sfruttare le fonti di energia rinnovabile rappresenta un'ottima soluzione sia per risparmiare sui consumi che per limitare le proprie emissioni di C02. Le fonti di energia pulita rappresentano infatti uno strumento fondamentale per ottenere l'autosufficienza energetica, permettendoci da un lato di allontanarci dai combustibili fossili inquinanti, dall'altra di rendere completamente sostenibile la nostra casa.

Installare un impianto fotovoltaico ci permette di staccarci dalla dipendenza dei fornitori di elettricità e sfruttare una fonte rinnovabile come la luce solare per produrre energia. Questo consente di ridurre notevolmente, e in molti casi annullare l'emissione di C02 nell'atmosfera, compiendo un grande gesto a favore del pianeta Inoltre ci permette anche di ridurre sensibilmente i costi della bolletta, in quanto l'energia che utilizziamo per l'elettricità proviene direttamente dai pannelli solari senza dover pagare il fornitore locale per ottenerla.

Grazie inoltre al sistema di accumulo fotovoltaico, speciali batterie in grado di accumulare l'energia prodotta dai pannelli solari ma non ancora utilizzata, potremo sfruttare l'energia stoccata in un secondo momento, per esempio durante le ore serali e notturne quando i pannelli non sono più in grado di produrre energia.

Non solo: sfruttando alcuni meccanismi, come l'autoconsumo e lo scambio sul posto, potremo ottimizzare ulteriormente i nostri consumi e ottenere una casa non solo sostenibile, ma completamente autosufficiente dal punto di vista energetico.

Il risparmio che otteniamo con il fotovoltaico si basa sul meccanismo dell'autoconsumo, ovvero la quantità di energia prodotta dai pannelli che un cliente domestico è in grado di autoconsumare: maggiore sarà l'energia prodotta dai pannelli, maggiore sarà il risparmio che otterremo in quando non saremo costretti ad acquistarla dal fornitore. Qualora il totale dell'energia prodotta dal nostro impianto fosse pari a quella necessaria per soddisfare le nostre esigenze energetiche quotidiane, avremo raggiunto l'autosufficienza energetica con il fotovoltaico, azzerando di conseguenza le nostre bollette. Un impianto fotovoltaico non ci permette solo di risparmiare energia, anche di ottenere un guadagno economico grazie al meccanismo dello scambio sul posto. L'energia prodotta in eccesso dal nostro impianto possiamo infatti rivenderla a prezzo di costo al GSE (Gestore Servizi Energetici) che la reinserisce nella rete elettrica. Anche in questo caso, maggiore sarà l'energia venduta al GSE, maggiore sarò il guadagno che ne otterremo.

La società sostiene sempre di più l'ambiente: ci sono state tante manifestazioni per il Global Climate Strike, alle quali, tantissimi studenti italiani hanno partecipato con diligenza ed entusiasmo.

Aggiornato il