Risparmio caldaia a condensazione


La caldaia a condensazione rappresenta un'evoluzione della tradizionale caldaia a gas, garantisce un importante risparmio energetico contribuendo a ridurre le emissioni inquinamenti e la bolletta del riscaldamento. Vediamo come funziona una caldaia a condensazione, quali sono i migliori modelli sul mercato e quanto si può risparmiare. Per l'acquisto del tuo nuovo immobile affidati a Vittoriosavoia.it

Che cos’è e come funziona una caldaia a condensazione

Sostituire la tradizionale caldaia a gas con una caldaia a condensazione rappresenta un ottimo investimento perché ci permette di ottenere un importante risparmio energetico e ridurre al tempo stesso il nostro impatto ambientale. Ma come funziona una caldaia a condensazione? Questa non è altro che l'evoluzione della tradizionale caldaia, la quale bruciando gas riscalda l'acqua che circola negli impianti di riscaldamento. La caldaia a condensazione recupera il calore dei fumi di scarico sfruttandoli per produrre calore, quando altrimenti verrebbero dispersi nell'ambiente, permettendo di ridurre i livelli di inquinamento atmosferico. Questo è possibile grazie alla condensazione del vapore acqueo dei gas di scarico che, invece di andare sprecato, viene nuovamente inserito nell'impianto. I residui di fumi di scarico vengono infine espulsi all'esterno a una temperatura di circa 40°, molto inferiore rispetto ai 140-160° di una caldaia tradizionale. Questa escursione termina è l'espressione del risparmio energetico e dipende dalla temperatura dell'acqua presente nell'impianto di riscaldamento. Questo riciclo e riutilizzo di vapore acqueo consente un maggior rendimento di combustione che si traduce in un risparmio sulla bolletta del riscaldamento e in una riduzione dell'impatto ambientale.

Caldaia a condensazione e risparmio energetico

Tra i vantaggi di una caldaia a condensazione occorre sottolineare l'importante risparmio energetico e la riduzione delle sostanze nocive immesse in atmosfera. Questo modello di caldaia permette infatti di ridurre al minimo i consumi di gas e le emissioni inquinanti, in particolare il monossido di carbonio. Questo è possibile grazie all'ottimizzazione energetica dell'impianto in grado di annullare sprechi e dispersioni inutili di energia. Il beneficio più importante è rappresentato dal legame tra caldaia a condensazione e risparmio energetico: la nostra caldaia ad alta efficienza energetica ci permette infatti di ottenere un risparmio fino al 15-20% se utilizzata con un impianto classico, mentre se installata unitamente a un impianto radiante permette di ottenere un risparmio energetico fino al 40% rispetto a una caldaia tradizionale. A fronte del costo di investimento iniziale, che ad ogni modo è inserito tra le detrazioni fiscali previste dall'Ecobonus, possiamo rientrare nei costi di qualche mese ed è possibile risparmiare migliaia di euro di riscaldamento negli anni successivi, considerato che una caldaia ha una vita media di circa 15 anni. Si tratta dunque di un investimento a lungo termine, in gradi di apportare diversi benefici, in termini economici e ambientali. Nonostante i vantaggi di una caldaia a condensazione, non sempre questa rappresenta la scelta migliore: installare una caldaia a condensazione non conviene ad esempio se gli spazi abitativi sono piccoli, o se il riscaldamento viene attivato poche ore al giorno. É invece particolarmente consigliata quando il riscaldamento viene tenuto acceso diverse ore al giorno e in ambienti dove vi è una minima dispersione di calore. Particolarmente efficace risulta installare una caldaia a condensazione con un riscaldamento a pannelli radianti, in grado di sfruttare il calore esteso dei tubi.

Tipologie e modelli di caldaie a condensazione

Il modello della caldaia a condensazione può variare a seconda che questa venga installata all'interno o all'esterno dell'abitazione: a seconda di dove è localizzata possiamo ottenere svantaggi e benefici. Nello specifico, le caldaie da interno, hanno il vantaggio di non essere sottoposte agli sbalzi di temperatura, particolarmente estremi nelle zone più fredde, ma di contro occorre valutare l'ingombro. Viceversa, la caldaia da esterno non ruba spazio abitativo all'interno dell'immobile, ma, soprattutto se installata in zone fredde, necessita di una protezione specifica per impedire il congelamento dei tubi e la condensazione eccessiva dei fumi. Esistono diverse tipologie di caldaia a condensazione a seconda del tipo di combustibile utilizzato, sebbene la maggior parte delle abitazioni presentino una caldaia a condensazione a metano. Chi vive in una zona non raggiunta dal metano può optare per una caldaia a condensazione a GPL, purché abbia uno spazio apposito per lo stoccaggio del serbatoio. Chi vuole effettuare una scelta ancora più sostenibile, può scegliere di installare una caldaia a condensazione a pellet, che sfrutta I residui biodegradabili del legno, contribuendo ulteriormente alla riduzioni delle emissioni di C02.

Caldaie a condensazione prezzi

Sul mercato è possibile trovarne diversi modelli di caldaie a condensazione, il cui prezzo varia a seconda del modello e della potenza impiegata. In generale il costo di una caldaia a condensazione varia tra i 500 e i 1500 euro; il prezzo medio di una caldaia a condensazione da 20 kW è intorno ai 1000 euro, mentre si può arrivare ai 1500 euro per un modello da 30-35 kW.

Se hai bisogno di un trasloco e trasporto elettrodomestici rivolgiti a traslochipaolo.it

Aggiornato il