Chiavi per risparmiare energia a casa


La maggior parte della gente pensa che risparmiare sia sinonimo di rinunciare a qualcosa controvoglia. Nonostante ciò, noi approfittiamo di questo post per spiegarvi come risparmiare a casa può significare prendere solo dei piccoli accorgimenti: con poco sforzo, potrai ottenere grandi risultati. In questa maniera, è possibile arrivare addirittura a risparmiare 30% della bolletta mensile. Vuoi sapere come risparmiare di più in maniera semplice ? Vediamo i consigli principali.

Conoscere il consumo energetico a casa

Innanzitutto, è importante verificare al dettaglio qual’è il nostro consumo. Normalmente, non ci preoccupiamo di sapere i kWh di elettricità che consumiamo, né i litri d’acqua né quanto gas. Forse sarai sempre attento a cosa segna il contatore, ma probabilmente non saprai interpretare correttamente i numeri, dato che sono misure che non conosciamo. Questa teoria è stata confermata da un’indagine di Facile.it, in cui il 89% delle persone che hanno visitato il sito web dichiarava di non conoscere il proprio consumo energetico. Di conseguenza, la prima cosa da fare per risparmiare energia a casa, è di controllare non solo l’importo che c’è da pagare, ma pure quanto consumo di luce, acqua e gas abbiamo effettivamente. Così, potremo cercare offerte sul mercato che potrebbero fare più al caso nostro. Per aiutarti, sappi che il consumo medio di tre persone è di circa 3200 kWh/anno, secondo un’analisi realizzato dall’eERG (Gruppo di ricerca sull¡efficienza negli usi finali dell’energia). Avendo questa cifra in mente, potrai cominciare a guardare il contatore con più consapevolezza.

Spegnere completamente gli elettrodomestici e scegliere le lampadine a basso consumo

La maggior parte dei nostri elettrodomestici sono in stand by quasi tutto il giorno. Sembra più comodo lasciarli così, perché pensiamo che sono a nostra disposizione e che questa modalità ci farà risparmiare tempo, ma in realtà il LED luminoso sta utilizzando energia, anche se l’apparecchio non è acceso. Prendiamo l’esempio di un computer portatile: quando è a riposo, consuma 65 watt, e quando è in piena funzione arriva ai 200 watt. È più di un quarto dell’energia. Quindi, forse si risparmia qualche secondo nell’accesa veloce dell’apparecchio, ma si perde tanta energia e, di conseguenza, soldi. In altre parole, l’altra chiave per risparmiare energia è spegnere l’elettrodomestico quando non viene usato. È vero che scegliere una lampadina LED invece di una ad alto consumo comporta un risparmio importante, non solo per l’energia utilizzata, ma anche per la sua durata di vita, molto più lunga. Nonostante ciò, conviene spegnere del tutto gli elettrodomestici se sai che non le userai davvero nelle prossime ore. Un’idea per rendere più facile questo processo è, per esempio, avere una ciabatta, così si spegne il tutto con un solo interruttore.

Abbassare leggermente la temperatura della casa

In caso abbi un riscaldamento autonomo, la temperatura ideale all’interno della casa deve essere 20ºC durante il giorno e di 16ºC nelle ore notturne. È molto interessante e importante sapere che ogni grado sopra i 20ºC aumenta di 8% la spesa di riscaldamento. Si sente anche una grande differenza economica quando la temperatura è abbassata nelle stanze non utilizzate di continuo. Invece, se abiti in una casa con riscaldamento centralizzato, cioè, per l’intero condominio, molto spesso c’è una grande differenza tra i piani. Di conseguenza, conviene regolare le valvole termostatiche.

Installare dei pannelli fotovoltaici

Uno dei migliori consigli che possiamo darti, e anche molto rispettoso dell’ambiente, è l’installazione di pannelli solari. Ogni giorno più gente è consapevole di come questo tipo d’impianto può ridurre il costo dell’energia: i pannelli catturano la luce solare per convertirla in energia elettrica pulita. Per rendere ancora più utile questo tipo di tecnologia, su usano anche delle batterie che ci permettono di avere sempre a disposizione dell’energia. Questi si chiamato “impianti autonomo” o “impianti isolati”. Come vedi, ci sono tante piccole soluzioni per risparmiare energia a casa. Forse quella che ti porterà un risparmio maggiore a lungo termine sia l’ultima: l’installazione di pannelli fotovoltaici. Addirittura, approfittando dell’ecobonus fotovoltaico, ci sono delle aziende specializzate nell’impianto di pannelli solari che ti supportano durante il tutto il processo, dal calcolo di spese alla richiesta dell’ecobonus, per aiutarti a riuscire nel tuo progetto. Ora che conosci di più queste piccole chiavi, sei più vicino a risparmiare a casa e ad avere una vita più rispettosa dell’ambiente!

Aggiornato il