Come scegliere la stufa a pellet


La stufa a pellet rappresenta un sistema di riscaldamento efficiente ed ecologico. Oltre a essere vantaggiosa da un punto di vista economico, la stufa a pellet riesce a garantire il riscaldamento in un ambiente garantendo – nel caso dei modelli idro – anche la produzione di acqua calda per i sanitari. In genere, la scelta di questo tipo di stufa dipende da una serie di parametri fondamentali da considerare e dalle specifiche caratteristiche. Vediamo quali sono i fattori da valutare nella scelta delle stufe a pellet e quali sono i principali tipi di modelli che si trovano in commercio!

Stufa a pellet, i diversi modelli

Vi sono diversi modelli di stufe a pellet che vale la pena considerare. In linea generale, però si deve fare una distinzione tra le stufe a pellet idro e le stufe a pellet ad aria.

Le stufe a pellet ad aria sono un impianto di riscaldamento in grado di generare il potere calorifero con una combustione del pellet. Il calore si diffonde nell'ambiente dove la stufa è posizionata, con l'utilizzo di ventole, in maniera immediata e veloce. È anche possibile installare su tale tipologia di stufa un sistema di canalizzazione che eroghi il getto d'aria calda in più ambienti in contemporanea.

La stufa a pellet idro funziona con il medesimo sistema, ma ha una caratteristica in più, ovvero permette di scaldare l'acqua della cucina e dei bagni. Questo tipo di stufa si può connettere all'impianto di termosifoni o a quello di riscaldamento a pavimento per generare calore. Insomma, è collegata all'impianto idraulico dell'abitazione. Offre un servizio funzionale ecologico ed efficiente.

I criteri per scegliere le migliori stufe a pellet

Se siete alla ricerca di una guida alla scelta della stufa a pellet, allora è bene iniziare a considerare una serie di fattori chiave di tale tipo di impianto di riscaldamento. I fattori di prendere in considerazione sono:

  • volume della stanza da riscaldare;

  • dimensioni e potenza della stufa;

  • numero di funzioni disponibili.

Volume della stanza da riscaldare e dimensioni della stufa

Per quanto concerne il volume della stanza da riscaldare la regola è sempre la stessa: per una stanza particolarmente grande bisogna scegliere una stufa che sia in grado di garantire un adeguato riscaldamento. Per stanze superiori ai 40 metri quadri, bisogna pensare a una stufa di dimensioni medio grandi e con una potenza compresa tra 6 kW e 8 kW. Per stanze molto grandi si può arrivare fino a 20 kW. Questo vale anche per le stufe che devono riscaldare più ambienti in contemporanea. Invece, le stufe più contenute di dimensioni e di fascia bassa, ovvero quelle con una potenza non superiore a 5 kW saranno utili per spazi più piccoli di 40 metri quadri. A fare la differenza sarà anche la capacità del serbatoio: più pellet riuscirete a caricare, maggiore sarà l'autonomia di riscaldamento della stufa.

Numero di funzioni disponibili

Le stufe a pellet si scelgono anche in virtù di quelle che sono le loro funzioni. Valutate la presenza di un timer per la programmazione, di un termostato, un telecomando e la funzione Eco. Sarà fondamentale nell'ottica del risparmio energetico! È anche importante che siano dotate di un blocco di sicurezza per evitare e vi siano incidenti domestici. In fine non dimenticavi che la stufa a pellet, è anche un ottimo elemento di arredo che aiuta ad impreziosire la propria abitazione.

Aggiornato il