Come scegliere i migliori elettrodomestici per risparmiare energia in casa


La scelta di un elettrodomestico efficiente è molto importante perché ci permette di risparmiare energia elettrica e ridurre l'impatto ambientale. Ecco una breve guida su come scegliere gli elettrodomestici in base alla classe energetica e ottenere un risparmio sui consumi.

Perché scegliere un elettrodomestico a risparmio energetico

Il consumo degli elettrodomestici incide per oltre il 30% sulle bollette energetiche, rappresentando dunque un importante investimento nel bilancio familiare. Proprio per questa ragione è importante scegliere con cura il proprio elettrodomestico, prestando particolare attenzione all'efficienza energetica del modello.

L'efficienza energetica rappresenta la capacità per un elettrodomestico di svolgere la sua funzione con il minor consumo di energia e su di essa si basa proprio la classe energetica, ovvero la classificazione di un elettrodomestico calcolata rapportando la prestazione dello stesso con il consumo energetico che richiede. Scegliere elettrodomestici ad alta prestazione energetica consente quindi di risparmiare notevolmente il consumo e di conseguenza abbassare la spesa della bolletta.

Per scoprire con precisione quanto un elettrodomestico sia efficiente da un punto di vista energetico, dovremo consultare l'etichetta energetica dell'UE in grado di fornire dettagli specifici in merito alla classe energetica e al consumo richiesto dal singolo modello. L'etichetta viene esposta nella parte anteriore del prodotto dove tramite una scala di colori possiamo facilmente identificare la classe energetica che va dalla lettera A (colore verde, maggiore efficienza) alla lettera G (colore rosso, apparecchio obsoleto e meno efficiente).

Come scegliere l'elettrodomestico più efficiente

Acquistare un elettrodomestico classe A è certamente più costoso rispetto a un modello di classe inferiore: tuttavia, si tratta di un piccolo investimento paragonato ai vantaggi che avremo nel lungo periodo sul risparmio delle bollette e sul consumo di energia. Nell'etichetta energetica viene fornito infatti anche il consumo effettivo in Kwh del modello: un numero alto sarà indicativo di un consumo elevato, un numero basso indicherà invece un minor costo di energia per ora di utilizzo.

Non dobbiamo poi dimenticare che ridurre il consumo energetico significa diminuire anche il proprio impatto ambientale, riducendo l'emissione di C02 nell'atmosfera. La scelta di un frigorifero a classe energetica elevata garantisce sicuramente un risparmio importante sulla bolletta: si tratta di un apparecchio attivo 24 ore, 7 giorni su 7. Un elettrodomestico di classe A può ridurre il consumo di energia domestica fino al 25% in meno garantendo un risparmio anche di 600 euro all'anno. Anche la lavatrice consuma molto della nostra energia domestica. Utilizzando un modello ecologico ed efficiente, di tipo A possiamo risparmiare oltre 50 euro ogni anno.

Per consigli utili e approfondimenti per la scelta dei migliori elettrodomestici, e le diverse tecnologie disponibili sul mercato, è possibile consultare il magazine qualita-prezzo.it che fornisce numerose informazioni e articoli utili al riguardo.

Aggiornato il