Efficienza Energetica: come gli infissi contribuiscono a risparmiare sulla bolletta

migliore offerta luce e gas

Risparmia fino a 700€ all'anno in bolletta!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

gestore più conveniente

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


Scegliere i giusti infissi è importante da due punti di vista: estetico e funzionale. Quest'ultimo aspetto è particolarmente rilevante perché la scelta degli infissi può essere fondamentale per il risparmio energetico che si traduce in bollette più leggere a fine mese.

Quando si pensa al valore di una bolletta, non si deve pensare solo al riscaldamento, ma anche ai condizionatori nella stagione estiva. Basti pensare che in Italia le spese fisse a famiglia gravano sul reddito per più di un terzo. Come fare quindi a risparmiare sul costo energetico che, oltretutto, ultimamente ha subito dei rincari vertiginosi? Tra i metodi più comuni troviamo sicuramente spegnere le luci quando non ci servono, staccare gli apparecchi elettronici lasciati in stand-by, regolare attraverso le termovalvole i termosifoni. Un altro metodo, meno intuitivo ed usuale, che risulta però essere un investimento a lungo termine è l'installazione dei giusti infissi.

Quali infissi scegliere per risparmiare in bolletta?

L'infisso giusto deve garantire all'abitazione un buon isolamento termico, ossia non deve far disperdere il calore verso l'esterno in inverno così come deve evitare che d'estate l'aria calda e l'afa entrino nell'appartamento.

Inoltre l'installazione di ampie vetrate consentirà al sole di illuminare più a lungo l'appartamento così da dover accendere le luci il più tardi possibile e risparmiare ulteriormente sui costi energetici. La caratteristica fondamentale da prendere in considerazione nel momento in cui si è in procinto di sostituire i serramenti è la cosiddetta "trasmittanza termica". Quest'ultima è un vero e proprio indice numerico che indica quanto un infisso può garantire un buon isolamento termico, nella pratica, tanto più il valore della trasmittanza termica è basso quanto più l'infisso ci farà risparmiare sui costi della bolletta perché isolerà bene la nostra casa. Tenere a mente questo passaggio ci permetterà non solo di scegliere il giusto serramento, ma anche di usufruire di determinati tipi di bonus che vedremo alla fine dell'articolo, così come ci illustrano i professionisti di infissitecno.it.

Quali sono le caratteristiche di un buon infisso?

In generale, un buon isolamento termico viene garantito dalla prestanza di tre caratteristiche che compongono gli infissi: il telaio, il vetro e la canalina. Per quanto riguarda il telaio, ve ne sono di molteplici ma i materiali più indicati per l'efficienza energetica sono il legno, una scelta classica, e il PVC, materiale moderno. Rispetto ai vetri invece c'è da dire che, a differenza del passato in cui gli infissi erano costituiti da una singola lastra di vetro, ad oggi praticamente tutti gli infissi montano il doppio vetro. Questo non solo per una questione di isolamento acustico, ma anche perché l'interposizione di un gas nobile, come ad esempio l'Argon, tra le due lastre di vetro, garantisce una prestazione energetica molto superiore in termini di isolamento. I gas nobili infatti riducono ancor più la trasmittanza termica, a differenza dell'aria ambiente. Per quanto riguarda le canaline è sempre meglio scegliere la tipologia a bordo caldo perché anche in questo caso hanno un isolamento termico maggiore, a differenza del passato dove persino le semplici guarnizioni venivano utilizzate ben poco. In generale, ormai, tutti i negozi di serramenti, privati o facenti parte di catene più conosciute, offrono una sezione apposta dedicata a prodotti ad alta efficienza energetica, vista anche la richiesta in crescente aumento.

Consigli pratici: infissi nuovi e detrazioni

All'aumento della richiesta di infissi da sostituire vanno di pari passo i bonus e le detrazioni che si possono ottenere su di essi. Ci sono sostanzialmente due possibilità per risparmiare sull'installazione degli infissi:

  1. L'Ecobonus al 50% o cosiddetto "Bonus serramenti"
  2. Il SuperBonus 110% che ha requisiti più ristretti per poterne usufruire

Vediamo in breve di cosa trattano:

  • Per quanto riguarda l'Ecobonus 50%, in esso rientrano tutti quegli interventi che vanno a determinare un miglioramento energetico della vostra abitazione, infissi compresi. Usufruendone viene restituito il 50% del costo degli infissi (no costi di installazione e IVA) con rimborsi erogati annualmente per 10 anni. Gli infissi devono essere di una certa tipologia, anche in base alla zona in cui è collocata l'abitazione; in generale però possiamo dire che se miglioriamo la nostra abitazione di almeno due classi energetiche potremo usufruire del bonus. Per inserirlo tra le detrazioni nella dichiarazione dei redditi, è necessario un pagamento tracciabile e una certificazione ENEA da richiedere entro 90 giorni.
  • Il Superbonus 110% invece permette di recuperare il 110% dei costi investiti per il miglioramento dell'efficienza energetica in 5 anni, come credito d'imposta. In questo caso però, i lavori di riqualificazione energetica devono essere fatti o da una casa indipendente o da un intero condominio e prevedono la sostituzione della caldaia in classe A e la riqualificazione energetica delle pareti.

A questi due interventi, potranno essere associati la sostituzione degli infissi e l'installazione di impianti fotovoltaici, a patto, anche in questo caso, di migliorare di almeno due classi energetiche l'immobile. Per usufruirne, occorrerà presentare un bonifico parlante (che al posto di quello ordinario richiede di inserire tutti i dati) e una certificazione ENEA.

Aggiornato il