Impianto Fotovoltaico: Come Funziona l'Impianto e quanto costa


Grazie a un impianto fotovoltaico possiamo sfruttare le energie rinnovabili per i nostri consumi domestici. Ma come funziona quanto costa esattamente un impianto fotovoltaico e quali benefici possiamo ottenere?

Impianto fotovoltaico, come funziona

Installare un impianto fotovoltaico permette di sfruttare l'energia solare, una fonte di energia rinnovabile, per i propri consumi domestici: questo permette di ottenere un risparmio sulle bollette ma anche di ridurre le proprie emissioni di C02. Con lo sviluppo e la diffusione delle fonti di energia pulita, il costo del fotovoltaico si è abbassato molto negli ultimi anni, rendendo disponibile per tutti la possibilità di dotarsi di un impianto solare domestico, grazie inoltre alle detrazioni fiscali previste dall'Ecobonus, che permettono di rientrare dei costi di investimento nel giro di pochissimo tempo. Ma come funziona un impianto fotovoltaico? Questo è composto da una serie di pannelli solari in silicio in grado di assorbire la luce solare, anche nelle giornate nuvolose quando l'irraggiamento è al minimo, e trasformarla in energia. L'energia così ottenuta, tramite un dispositivo detto inverter, viene convertita in corrente alternata, pronta ad essere utilizzata nell'ambiente domestico. Installare un impianto fotovoltaico conviene in quanto fornisce numerosi benefici. Prima di tutto fornisce un aiuto prezioso all'ambiente, in quanto ci permette di allontanarci dai combustibili fossili tradizionali, come petrolio, carbone e gas, altamente inquinanti, andando a preferire una fonte di energia pulita, azzerando le emissioni di C02. Un impianto solare permette di ottenere un importante risparmio economico sulla bolletta di luce e gas. Autoproducendo energia non sarà più necessario acquistarla dal distributore locale, mentre l'energia prodotta in eccesso potremo rivenderla alla rete elettrica a prezzo di mercato.

Come funziona un sistema di accumulo fotovoltaico

Un sistema di accumulo può essere installato unitamente all'impianto fotovoltaico, o aggiunto in un secondo momento, e permette di immagazzinare l'energia prodotta in eccesso per sfruttarla in un secondo momento. Grazie a delle particolari batterie è possibile stoccare l'energia prodotta dai pannelli durante il giorno e utilizzarla ad esempio durante le ore serali o notturne. In questo modo potremo sfruttare energia già in nostro possesso, senza doverla acquistare dal distributore, garantendoci un ulteriore risparmio sulla bolletta. Il sistema di accumulo si rivela particolarmente efficace se la maggior parte dei nostri consumi domestici sono concentrati nella fascia serale e notturna (F23), quando i pannelli non sono più in grado di assorbire luce solare.

Costo impianto fotovoltaico

Come già accennato installare un impianto fotovoltaico rappresenta un investimento economico dal quale possiamo rientrare nel giro di pochi anni. Ma qual'è il costo di un impianto fotovoltaico? In generale il costo di un impianto va dai 1.500 ai 2.500 per kW di potenza, a seconda della qualità dei materiali impiegati, la tecnologia a disposizione e naturalmente, della potenza dell'impianto. Un impianto classico da 3kW, in grado di produrre tra i 3000 e i 4.500 kWh all'anno, ha un costo che oscilla tra i 5.500 e gli 8.000 euro.

Quanto si risparmia con un impianto fotovoltaico

Tra i vantaggi di un impianto fotovoltaico, oltre a quelli legati alla sostenibilità ambientale, troviamo un indubbio risparmio economico sulle utenze domestiche. Vediamo ora nei dettagli quanto si risparmia con un impianto solare. I meccanismi che ci permettono di ottenere un risparmio sono l'autoconsumo e lo scambio sul posto. Il primo guadagno che si ottiene è legato alla quantità di energia che riusciamo ad autoconsumare: maggiore sarà l'energia che sfrutteremo dai pannelli, maggiore sarà il risparmio in bolletta. Se ad esempio il nostro fabbisogno quotidiano è di 16 kWh, e il nostro impianto autoproduce 13 kWh, significa che dovremo pagare alla rete elettrica la differenza di soli 3 kWh. Se invece il nostro impianto riesce a produrre 16 kWh, saremo autosufficienti energeticamente e la bolletta sarà pari a zero. Ma non solo: grazie allo scambio sul posto, potremo vendere l'energia in eccesso al GSE (Gestore Servizi Energetici) che la reimmetterà nella rete elettrica, pagandola a costo di mercato. Il risparmio che potremo ottenere con un impianto fotovoltaico sarà effettivo solo quando saremo rientrati dei costi dell'installazione iniziale. Grazie ai prezzi più bassi dell'installazione e alle detrazioni fiscali previste dall'Ecobonus potremo rientrare nei costi nel giro di 3-4: considerando che la durata media di un impianto solare è di 25-30 anni, questo ci fornisce un risparmio di centinaia di euro ogni anno.
Se non si possiede l’utilizzo esclusivo del lastrico solare, si possono installare i pannelli solari parti comuni (lastrico solare compreso) del proprio condominio. Ovviamente ciò è possibile solo nel caso in cui l’installazione non comporti delle modifiche rilevanti alle parti comuni. Ad ogni modo, per avere l’autorizzazione bisogna inviare una comunicazione all’amministratore di condominio. L’amministratore è a conoscenza di quelle che sono le libertà e le proibizioni rivolte al condomino, dal 2007 Condominio Maggi è uno degli studi più competenti nella gestione di condomini a Roma e provincia, anche dislocati.

Proteggere l’ambiente è un tema che dovrebbe riguardare tutti in prima persona.Verde è un’azienda bolognese che si occupa di risparmio energetico e in particolare di impianti fotovoltaici. Puoi rivolgerti agli specialisti del settore di questa azienda che sapranno consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze di consumo.

Aggiornato il