L'importanza e la pulizia di cappe industriali e canne fumarie: prevenzione, sicurezza e risparmio energetico

migliore offerta luce e gas

Risparmia fino a 700€ all'anno in bolletta!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

gestore più conveniente

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


Effettuare una regolare pulizia di cappe industriali e canne fumarie è fondamentale, soprattutto in un'ottica di prevenzione e sicurezza. Vediamo perché è importante una sanificazione periodica di cappe e canne fumarie e quali i benefici che si ottengono, in termini di efficienza dell'impianto e risparmio energetico.

L'importanza della pulizia di cappe industriali

Mantenere pulita la cappa industriale sul luogo di lavoro, rispettando le norme sanitarie, è fondamentale per ogni attività. Una cappa che non è soggetta ad una pulizia e a una sanificazione periodica può causare, nel tempo, diversi problemi.

Le cappe industriali sono soggette alla formazione di residui batterici e agenti patogeni, il che rappresenta una fonte di rischio per la salute. L’accumulo progressivo di grassi nella cappa e nelle sue condutture, può pregiudicare la qualità del cibo oltre che aumentare il rischio di incendi, mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori.

Una cappa intasata provoca fumi nocivi all'organismo, causando un fastidioso bruciore agli occhi e contribuendo a creare un ambiente di lavoro insalubre. La mancanza di pulizia inoltre provoca un’inevitabile aumento di cattivi odori che, nel caso di un ristorante o di un fast food, possono diffondersi dalla cucina agli ambienti vicini, arrivando a creare un fastidio nei clienti più prossimi.

Oltre che mettere a rischio le persone, una cappa sporca può causare un ingente esborso economico. I grassi e i detriti possono accumularsi facilmente anche nelle pale giranti dei motori di estrazione, finendo per rallentare il normale flusso d’aria e riducendo le capacità estrattive dell’impianto. Questo si traduce in un aumento del dispendio energetico e in un innalzamento della bolletta. É chiaro dunque, come mantenere una cappa pulita e in perfette condizioni permetta di svolgere al meglio la propria attività. Oltre alla prevenzione di incendi e intossicazioni da fumi, si migliora la vivibilità degli ambienti, eliminando ogni rischio di contaminazione batterica. Con una corretta e regolare pulizia della canna industriale, non solo si andranno a evitare rischi alla salute di dipendenti e clienti, ma andremo ad ottenere un importante risparmio energetico ed economico, aumentando l'efficienza dell'impianto e facendolo durare più a lungo.

Pulizia della canna fumaria, perché è importante

Un discorso simile è applicabile anche alla canna fumaria di stufe e camini, utilizzati in ambito domestico. Anche in questo caso, una corretta pulizia permette di mettere in sicurezza l'abitazione, prevenendo il pericolo di incendi e ottimizzando il risparmio energetico. Le canne fumarie che non vengono sottoposte a una corretta manutenzione e pulizia possono aumentare il rischio di incendi e provocare danni ad abitazioni e persone.

Questo accade perché la fuliggine in eccesso si deposita sulle pareti della cappa, andando a restringe la capacità di aspirazione e ostruendo il tubo di aspirazione. La fuliggine è altamente infiammabile, con il rischio di danneggiare irrimediabilmente il sistema o, addirittura, di provocare esplosioni a causa della condensa di fumo. Inoltre, la presenza di detriti e di fuliggini provenienti dagli scarti di combustioni possono sprigionare fumi nocivi e causare cattivi odori all'interno dell'ambiente. Effettuare la manutenzione e la pulizia della canna fumaria di stufe e camini è dunque fondamentale per tenere in sicurezza la propria casa.

La cura e la pulizia della canna fumaria sono fondamentali per ottenere un perfetto funzionamento del sistema di aspirazione dei fumi della caldaia, assicurare la sicurezza degli ambienti e ottenere un importante risparmio energetico.

Aggiornato il