Come risparmiare energia con computer e stampante


Ci sono tante piccole azioni, a cui solitamente non facciamo caso, che possono fare la differenza e seguendo semplici regole di comportamento si può risparmiare senza fatica il 20% dell’energia.

Per approfondimenti legati al tema dei personal computer e notebook, leggi gli articoli del blog di Alfarecovery.com.

Computer

  1. Anche quando fai una breve pausa, attiva la funzione stand-by o sospensione del PC. Un tipico computer da ufficio acceso per 9 ore al giorno arriva a consumare fino a 175 kWh in un anno; impostando l’opzione di risparmio energetico il consumo scende del 37% con un risparmio di CO2 emessa in atmosfera di circa 49 kg.
  2. L’eliminazione di qualsiasi “salvaschermo” (screen saver) disattiva il segnale del monitor e permette un reale risparmio di energia.
  3. Se non utilizzi il computer per più di mezz’ora ricordati di spegnerlo, perchè la funzione stand-by continua a richiedere corrente elettrica e un PC in tale funzione può consumare anche più di 20 W all’ora (e quando è acceso 1 KWh).

Sei poco esperto di computer ed hai bisogno di aiuto? Ecco a te la soluzione: Silver Academy ! Troverai corsi ed articoli per aggiornarti e crescere professionalmente.

E’ possibile conoscere i kw/h consumati, mentre per ottenere il costo totale derivante dall’uso del proprio computer per un tot di ore al giorno sarà sufficiente utilizzare la seguente formula: [(watt * numero di ore) /1.000] * costo kWh = costo totale Per conoscere, invece, il costo annuo derivante dall’uso del computer basterà moltiplicare il valore ottenuto per 365, ne risulterà così la spesa totale di 12 mesi.

Un computer nuovo è maggiormente efficiente e consuma meno energia, puoi approfittare del Bonus pc, tablet e internet per ottenere un voucher di 500 euro ed acquistarlo.

Stampante-fotocopiatrice

  1. Al termine di ogni giornata lavorativa non dimenticarti di spegnere e scollegare la stampante e la fotocopiatrice per evitare inutili consumi di energia nelle ore notturne. Una stampante da ufficio può arrivare a consumare ben 63 kWh per anno, scollegandola fuori dall’orario di lavoro, i consumi possono scendere a 48 kWh, con un risparmio di polveri sottili paragonabili a quelle emesse da un motore diesel Euro IV in circa 210 km di percorrenza.
  2. Solo l’8% del consumo energetico complessivo di una stampante è dovuto alla fase di stampa, mentre il rimanente 49% è “speso” nella fase di stand-by e il 43% in quella di spegnimento (con la spina inserita). Se la fotocopiatrice non possiede l’opzione di standby automatico, ricordati di inserirlo sempre dopo il suo uso.
  3. Per quanto possibile stampa tutti i documenti in un’unica sessione: si evita che la stampante debba ogni volta raggiungere la temperatura adeguata per la stampa. Utilizza ogni volta che è possibile la modalità di stampa a bassa risoluzione (“economy”,“draft” o “bozza”).

I Consumi della stampante

  • per un modello piccolo, stampa bianco/nero, formato A4, in stampa: 372 W; in attesa: ;7 W.
  • per un modello aziendale, stampa a colori, formato A3, in stampa: 576 W; in attesa: 11 W.

Hai bisogno di rimanere aggiornato sulle maggiori news tecnologiche? Visita il sito di TeleDigitale per rimanere al passo con tutto il mondo tecno-digitale!

Aggiornato il