Quanto si risparmia sulla bolletta con un impianto fotovoltaico?


Realizzare un impianto fotovoltaico vuol dire avere la possibilità di sfruttare l'energia rinnovabile del sole per i nostri consumi domestici, aiutando l'ambiente e ottenendo così un cospicuo risparmio in bolletta. Dall'autoconsumo allo scambio sul posto, di seguito saranno analizzati tutti i modi per ridurre il consumo di energia con il fotovoltaico, quanto si risparmia in bolletta in un anno e perché installare un impianto fotovoltaico rappresenta una scelta a favore dell'ambiente. E’ utile ricordare come oggi sia possibile, grazie agli incentivi Statali, usufruire del Superbonus 110% per risparmiare sui costi di realizzazione di un impianto fotovoltaico.

Un impianto fotovoltaico trasforma la luce solare in corrente elettrica, permettendoci di autoprodurre l'energia necessaria per soddisfare i nostri consumi domestici quotidiani. Vediamo ora quali vantaggi possiamo ottenere con i pannelli

Impianto fotovoltaico, come funziona

Ci sono molti modi per ottenere un risparmio sulla bolletta e un'ottima soluzione consiste nell'installare un impianto fotovoltaico. Le energie rinnovabili, come il solare,ma anche l'eolico, l'idrico e le biomasse, costituiscono un'alternativa sicura e pulita ai combustibili tradizionali come petrolio, carbone e gas. Ad oggi, grazie anche agli incentivi statali, è molto semplice sfruttare le energie rinnovabili per ridurre le emissioni di C02 e ottenere un risparmio in bolletta. Ma come funziona un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un sistema che permette di trasformare la luce solare in energia elettrica grazie all'installazione di pannelli solari, posizionati solitamente all'esterno dell'abitazione. Grazie a un particolare dispositivo, detto inverter, l'energia elettrica assorbita dai pannelli verrà trasformata in corrente alternata: a questo punto potrà essere utilizzata per soddisfare i nostri consumi domestici. L'energia prodotta dai pannelli solari ci permetterà di soddisfare il nostro fabbisogno energetico, mentre l'energia accumulata in eccedenza potrà essere rivenduta alla rete elettrica a prezzo di mercato. La possibilità di sfruttare un'energia pulita e potenzialmente infinita come il solare, ci consente di ridurre nettamente, se non di annullare le emissioni di C02 nell'atmosfera, con grande beneficio dell'ambiente. Proprio perché l'energia utilizzata nell'ambiente domestico proviene direttamente dai pannelli solari, senza doverla acquistare dal fornitore locale, possiamo ottenere un grande risparmio con il fotovoltaico.

Impianto fotovoltaico, con accumulo o senza?

Al momento di acquistare un impianto fotovoltaico possiamo scegliere se installare anche un sistema di accumulo: questo ci permetterà di immagazzinare l'energia prodotta durante il giorno, per sfruttarla in un secondo momento. Grazie a delle speciali batterie è possibile infatti stoccare l'energia in eccesso che viene prodotta dai pannelli solari durante il giorno e utilizzarla, per esempio, durante le ore serali o notturne. Il sistema di accumulo può rappresentare un'ottima soluzione per tutti i clienti domestici che consumano la maggior parte dell'energia nella fascia F23 (dalle 19:00 alle 07:00). Con il sistema di accumulo sarà possibile attingere all'energia già in proprio possesso, senza essere costretti ad acquistarla dalla rete elettrica, ottenendo un immediato risparmio. Il sistema di accumulo può essere installato unitamente all'impianto fotovoltaico, oppure collegato in un secondo momento. Conoscere i propri consumi suddivisi per fasce orarie (rintracciabili in una vecchia bolletta), non solo consente di avere una panoramica più precisa sui propri consumi ma permette anche di capire se il sistema di accumulo possa rappresentare una scelta conveniente.

Impianto fotovoltaico e risparmio in bolletta

Oltre a rappresentare una scelta di indubbia sostenibilità nei confronti dell'ambiente, scegliere di installare un impianto fotovoltaico ci consente di ottenere un grosso risparmio economico. Entriamo ora nei dettagli per capire di quali vantaggi economici possiamo beneficiare e quanto si risparmia sulla bolletta. Non è difficile calcolare quanto si risparmia con il fotovoltaico ma occorre prima di tutto comprendere come funziona l'autoconsumo, ovvero il meccanismo che permette di ottenere un effettivo guadagno, comune a diversi impianti di autoproduzione. Il risparmio ottenuto dal fotovoltaico si basa sul costo dell'energia che ogni cliente domestico è in grado di autoconsumare: maggiore sarà l'energia proveniente dall'autoconsumo (quindi esclusivamente autoprodotta dai pannelli solari) maggiore sarà il risparmio ottenuto sulle bolletta. Ogni kWh di elettricità prodotta dai nostri pannelli solari rappresenta un kWh di energia che non dovremo acquistare dal fornitore. Se per esempio, il nostro fabbisogno energetico quotidiano si attesta sui 15 kWh e il nostro impianto riesce ad autoprodurre almeno 15 kWh, significa che avremo raggiunto al 100% l'autosufficenza energetica e il costo della bolletta sarà dunque pari a zero. Ma il risparmio con il fotovoltaico non deriva solo dall'autoconsumo. L'energia prodotta che non viene autoconsumata all'interno dell'ambito domestico, può essere immessa nella rete elettrica e acquistata dal GSE (Gestore Servizi Energetici) grazie allo scambio sul posto fotovoltaico: maggiore sarà la quantità di energia che potremo cedere alla rete elettrica, maggiore sarà il guadagno che ne otterremo. Occorre tenere a mente, inoltre, che l'effettivo risparmio sulla bolletta di un impianto fotovoltaico potrà essere considerato tale solo una volta che saremo rientrati dei costi sostenuti per la realizzazione dell'impianto. Generalmente questo passaggio avviene entro un massimo di 3-4 anni (considerando che un impianto fotovoltaico ha una durata media di circa 25-30 anni) ma non bisogna dimenticare le detrazione fiscali dell'Ecobonus: se abbinati a un intervento strutturale, come l'isolamento termico o l'adeguamento antisismico, fotovoltaici e batterie di accumulo hanno diritto a uno sgravio fiscale del 110%. In generale, grazie all'utilizzo dei pannelli solari, è possibile ottenere un risparmio fino al 100% sulla bolletta della luce e fino al 50% sulla bolletta del gas. Infine, non bisogna dimenticare che, installare un impianto fotovoltaico permette di aumentare la classe energetica dell'immobile e, di conseguenza, aumentare il suo valore di mercato.

Aggiornato il