Risparmio energetico: gli incentivi per la ristrutturazione degli impianti

migliore offerta luce e gas

Risparmia fino a 700€ all'anno in bolletta!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

gestore più conveniente

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


Il concetto di risparmio energetico sta sensibilizzando maggiormente la nostra società. Il tutto è incentrato sulla volontà e la necessità di diminuire notevolmente gli sprechi e i consumi eccessivi di energia elettrica. Riducendo questo consumo, ovviamente, si diminuisce anche l’inquinamento necessario per la produzione di energia elettrica e, quindi, il grave impatto ambientale che ne sussegue.

Perché ridurre i consumi?

Se da un lato la riduzione dei consumi di energia elettrica mira a diminuire notevolmente l’inquinamento, dall’altro, rappresenta anche un’ottima opportunità di risparmio in bolletta per i consumatori. In generale, la nostra società sta facendo passi in avanti per rispettare a pieno questo concetto legato alla tutela dell’ambiente. Sono davvero tantissime le compagnie fornitrici di energia elettrica che offrono importanti incentivi economici ai propri clienti per farli risparmiare notevolmente in bolletta. Inoltre, esistono anche numerosi bonus e detrazioni fiscali per chi decide di ristrutturare casa, sostituendo gli impianti di energia.

Richiedi una consulenza sul risparmio energetico del tuo edificio o della tua abitazione.

Agevolazioni per la ristrutturazione edilizia

Come abbiamo già anticipato, la nostra società si muove costantemente in direzione della tutela dell’ambiente e verso la diminuzione dei consumi di energia. Proprio per questo, con la Legge del Bilancio 2020 sono state indette numerose agevolazioni fiscali per alcuni interventi di ristrutturazione edilizia. Nello specifico, parliamo del Bonus Casa, che prevede una detrazione del 50% per i consumatori che decidono di procedere con determinati interventi di ristrutturazione per la propria casa. Ad esempio, gli incentivi sono previsti in caso di interventi sugli infissi, che ovviamente, hanno lo scopo di ridurre notevolmente lo spreco termico dei serramenti.

Molte persone approfittano del Bonus Casa e in concomitanza contattano studi di architettura per riprogettare gli interni delle proprie abitazioni.

Ci sono poi, gli interventi di ristrutturazione che coinvolgono pavimenti, coperture e altri elementi, per i quali vengono istallati sistemi di riscaldamento che riducono la dispersione del calore. Infine, gli incentivi economici valgono anche per gli impianti tecnologici, come ad esempio quelli che prevedono l’istallazione di pannelli solari, la sostituzione di caldaie tradizionali con quelle a condensazione, e l’istallazione di pompe di calore per la climatizzazione degli ambienti. In alcuni casi, per incentivare maggiormente i consumatori a scegliere la ristrutturazione di impianti ecologici a risparmio energetico, alcune aziende offrono anche la possibilità di ricevere dei prestiti da utilizzare proprio per questi interventi. Non a caso, sono ormai moltissime le persone che oggi richiedono questo tipo di finanziamenti per puntare su quella che viene chiamata una Smart Home se necessiti di un prestito per acquisto casa clicca qui.

Installazione di impianti fotovoltaici

Tra i vari interventi di ristrutturazione legati al risparmio energetico, c’è sicuramente quello relativo al sistema fotovoltaico, che prevede l’istallazione di pannelli solari sul tetto di casa. Si tratta di una soluzione che sfrutta la luce naturale del Sole, trasformandola poi in energia elettrica a costo zero per la propria casa. Gli impianti fotovoltaici che possono essere istallati sono di due tipologie diverse, esiste il fotovoltaico con accumulo e quello senza accumulo. La differenza sostanziale sta nel fatto che il fotovoltaico con accumulo prevede l’integrazione di una batteria capace di immagazzinare l’energia che non viene utilizzata nell’immediato, e che può tornare utile in altri momenti di necessità. Il sistema senza accumulo, invece, produce energia elettrica da consumare nell’immediato e non offre la possibilità di conservarla qualora non si utilizzi subito. Per quanto riguarda i costi, ovviamente, l’impianto fotovoltaico con accumulo ha un costo superiore rispetto a quello senza accumulo, ma in ogni caso, per l’istallazione del sistema e dei vari moduli solari, sono previsti numerosi incentivi economici e detrazioni fiscali.

Sostituzioni di caldaie tradizionali con caldaie a condensazione

La caldaia a condensazione è un altro intervento che mira al risparmio energetico e alla riduzione dell’inquinamento ambientale. In tantissime case oggi si preferisce sostituire la vecchia e tradizionale caldaia proprio con un modello innovativo di caldaia a condensazione. Il suo funzionamento permette di recuperare gran parte dei fumi di scarico prodotti dalla combustione, che normalmente verrebbero rilasciati nell’ambiente e dispersi. È stato dimostrato che le caldaie a condensazione sono capaci di ridurre del 35% il consumo di energia, e del 70% l’emissione di sostanze nocive all’ambiente. Anche in questo caso, per l’istallazione di queste caldaie sono previsti numerosi incentivi economici, inoltre, i prezzi relativi ai vari modelli possono variare a seconda delle differenti caratteristiche.

Istallare infissi che riducono la dispersione di calore

Spesso, una soluzione ideale per la propria casa che riduce notevolmente lo spreco di energia, è quella che prevede l’istallazione di infissi e serramenti capaci di mantenere il calore all’interno degli ambienti, senza disperderlo all’esterno. Tra le varie tipologie di infissi, la più comune è sicuramente quella che prevede la realizzazione delle diverse componenti in PVC, un materiale molto resistente e isolante. Per la ristrutturazione di casa è fondamentale istallare degli infissi come questi, capaci non solo di diminuire la dispersione di calore, ma anche di isolare gli ambienti interni dal fastidioso impatto acustico proveniente dall’esterno. Gli infissi e i serramenti in questione non hanno un costo eccessivo, inoltre, per la loro istallazione sono previste numerose detrazioni fiscali che incentivano il consumatore a scegliere questa soluzione.

Istallare un impianto di riscaldamento a pavimento: come risparmiare?

Un’altra soluzione tecnologicamente più avanzata ed innovativa è quella dell’impianto di riscaldamento a pavimento, che si basa sullo scambio del calore per irraggiamento. Si tratta di un sistema di riscaldamento che sfrutta la temperatura dell’acqua, che viene trasformata in fonte di calore per l’ambiente interno e viene irradiata in modo graduale e omogeneo. Come tutti i vari impianti relativi al riscaldamento interno delle nostre case, anche questo prevede un notevole risparmio in bolletta e una diminuzione degli sprechi di energia. La sua istallazione, inoltre, prevede anche la possibilità di usufruire del Bonus Ristrutturazioni, che offre una detrazione del 50% sui costi complessivi.

Si tratta di un incentivo economico significativo, che favorisce l’investimento iniziale dell’istallazione degli impianti di riscaldamento a pavimento, una soluzione innovativa e rivoluzionaria. Per tutti gli interventi di ristrutturazione impiantistica che mirano al risparmio energetico, possiamo constatare che l’investimento iniziale viene ripagato subito, possiamo notare, infatti, come grazie al costante risparmio economico ricevuto in bolletta, rientriamo in breve tempo con le spese sostenute. Senza contare poi, il fatto che gli incentivi e le detrazioni fiscali per l’istallazione di questi impianti, ci permettono comunque di mantenere un investimento iniziale abbastanza accessibile e sostenibile.

È importante affidarsi sempre a dei professionisti come PM Studio Tecnico che ha esperienza nel settore dell’installazione, consulenza, progettazione e verifica degli impianti elettrotecnici ed elettronici, nel settore civile, industriale, terziario. Il team ti accompagnerà verso il progetto più adatto alle tue esigenze ponendo una particolare attenzione alla riduzione dei consumi energetici ed alla possibilità di utilizzare energie rinnovabili.

Aggiornato il