skip to Main Content
Snam: Chi è, Cosa Fa, Dati E Contatti Utili

Snam: chi è, cosa fa, dati e contatti utili

La Snam S.p.A. (Società Nazionale Metanodotti) è una delle aziende più importanti all’interno della filiera del mercato del gas. Attiva nel trasporto, stoccaggio e rigassificazione del metano ha un ruolo centrale nella filiera italiana ed è per questo che occorre conoscere per bene la sua attività.

Sommario:

Storia di Snam

Si tratta di una società per azioni tra le più importanti in Italia come testimonia la sua quotazione presso la Borsa di Milano nell’indice FTSE MIB (al pari di altri colossi del settore quali Italgas, Enel, Eni). I suoi compiti attuali sono già stati trattati precedentemente ma la società, a dire il vero, ha spesso nella sua storia cambiato forma.

Nata il 30 ottobre 1941 con il nome che è quello attuale, aveva la partecipazione al suo interno di enti quali, per esempio, AGIP e prevedeva tra le sue funzioni la distribuzione e la vendita del gas naturale. Subì un primo cambio nel 1955 quando divenne Snam Montaggi, un ulteriore nel 1956 in cui cambiò in Snam Progetti fino all’epoca del decreto Letta.

snam_trasportoA seguire, con la liberalizzazione del mercato del gas, Snam ha cambiato la propria attività industriale, scorporando la parte relativa al trasporto e diventando Snam Rete Gas. Fu allora (2002) che entrò in borsa, in un processo che la portò successivamente (anno 2009) ad acquisire il 100% di Italgas S.p.A. nonché di Stoccaggi Gas Italia S.p.A.

I cambi più recenti sono invece avvenuti nel 2012, quando cambiò nome nuovamente, definendo l’attuale Snam S.p.A. e nel 2016 con la scissione parziale con Italgas Reti S.p.A.
Allo stato attuale Snam controlla STOGIT, Gnl Italia e Snam Rete Gas.

L’azienda è nel gruppo della Cassa Depositi e Prestiti e vede ai suoi attuali vertici Carlo Malacarne (Presidente ed ex Amministratore Delegato nonché ex Presidente di Confindustria Energia) e Marco Alverà (Amministratore Delegato, amico di Paolo Scaroni nonché ex Amministratore Delegato di Eni Trading & Shipping).

Tali nomine sono state proposte all’assemblea degli azionisti di Snam, con le nomine confermate il 27 aprile 2016 e attualmente in carica. Del consiglio di amministrazione fanno inoltre parte i consiglieri Francesco Gori, Monica De Virgiliis, Sabrina Bruno, Yunpeng He, Lucia Morselli, Elisabetta Olivieri, Alessandro Tonetti.

L’azionariato della società è assai variegato in quanto parte delle azioni sono possedute da diversi gruppi: gli investitori istituzionali che detengono il 52,20%, CDP Reti con il 30,10%, investitori retali che hanno l’8,10%, Romano Minozzi con il 5,7%, azioni proprie con il 2,45% e Banca d’Italia con lo 0,53%.

I dati sulle quotazioni di Snam in Borsa (sono in negoziazione continua) sono presenti e consultabili sul sito internet ufficiale della borsa, all’indirizzo web (copiare e incollare l’indirizzo nella riga del browser) https://www.borsaitaliana.it/borsa/quotazioni/azioni/elenco-completo-dividendi.html?isin=IT0003153415&lang=it.

Snam: cosa fa

Snam è l’ente che assicura il trasporto di gas naturale in quanto detiene la maggior parte della rete del trasporto dello stesso, con un quota pari al 94%. I numeri della società sono testimoni della grandezza e dell’importanza di questo player all’interno del mercato elettrico.

Nell’anno 2016 (fonte Wikipedia) i ricavi totali sono stati, in milioni di euro, pari a più di 2.560, con un utile netto di 845 milioni di euro. Gli attuali dipendenti sono invece 2.850 secondo il bilancio consolidato presentato dall’azienda al termine dello scorso anno. Dati molto elevati per una public company, seppur di punta, all’interno dell’ambito italiano.

Sempre con dati relativi al 2016 si può verificare la grandezza in chilometri della rete di gasdotti gestita da Snam, pari a 35.508 Km e con una capacità di stoccaggio di 16,5 miliardi di metri cubo. Tali dati sono fortemente in aumento se si pensa che a fine 2014 – e quindi soli due anni prima – la capacità di stoccaggio risultava essere di 11,4 miliardi di metri cubo.

Fondo storico

Come detto, nel corso della sua storia Snam ha cambiato più volte la sua forma e, così, anche la sua immagine, con i loghi che hanno subito diverse trasformazioni grafiche a seconda dell’epoca e delle funzioni. Questi e altri dati sono conservati presso l’archivio storico Eni, a Pomezia (nei pressi di Roma), in via Padova 5. Qui è possibile consultare fotografie, verbali, audiovisivi e molti materiali appartenuti alla società sin dai tempi di Enrico Mattei.

logo_eniTali reperti formano un vero e proprio tesoro per l’azienda – e per saperne di più su Snam – in quanto raccolgono 200mila diapositive, 30mila negativi e più di 500mila fotografie d’epoca, a colori e in bianco e nero.

Per chi volesse saperne di più, per passione o ricerca personale, il fondo storico è contattabile per via telefonica allo 06.59822645 e allo 06.59822155, per via fax allo 06.59822667, tramite indirizzo di posta elettronica alla mail archivio.storico@eni.com. Il responsabile delle iniziative culturali di Eni è invece, come indicato da sito aziendale, Lucia Nardi, contattabile ai recapiti sopra indicati.


Come contattare Snam

La sede principale dell’azienda è a San Donato Milanese, in Piazza Santa Barbara, 7.
Per contatti ulteriori ci si può rivolgere tramite:

  • Telefono: 02.37031
  • Fax: 02.37039227
  • Posta elettronica: relazioni.esterne@snam.it

Eventuali informazioni non contenute in questo articolo possono essere reperite direttamente sul sito web di Snam, http://www.snam.it (si raccomanda di copiare e incollare l’indirizzo nella riga di comando del browser).

Snam: chi è, cosa fa, dati e contatti utili ultima modifica: 2018-11-20T10:30:32+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top