Benzina alle stelle: ecco come fare per risparmiare carburante

migliore offerta luce e gas

Risparmia fino a 700€ all'anno in bolletta!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

gestore più conveniente

Risparmia fino a 150€ all'anno in bolletta!

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato.


Visto il problema del caro carburanti, oltre che del rincaro bollette, non è una brutta iniziare a valutare di modificare il proprio stile di guida, soprattutto in questo periodo che il trend finanziario dei carburanti è in continuo aumento.

Guidare in modo ecologico

Gli automobilisti pensano che osservare le norme su come si guida un’auto in modo ecologico significhi soltanto guidare in modo più lento. È opinione comune che, per risparmiare carburante, occorra accelerare mantenendo il numero di giri più basso possibile ed evitare di scalare marcia o mettere il cambio in folle. Ma le vere regole d’oro dell’eco guida, che è bene adottare sempre, sono invece ben diverse. Durante la fase di accelerazione, a un basso numero di giri corrisponde un consumo elevato. Quando il motore raggiunge una certa velocità, quella dove la coppia è massima, i consumi di specifico (cioè quello in grammi di combustibile diviso per la potenza erogata e il tempo di funzionamento) diventa minimo.

Continuando ad accelerare oltre il regime di coppia massima il consumo specifico s’impenna. Sulle auto è impossibile dare un’indicazione universalmente valida del massimo rendimento del motore (con l’ottimizzazione del relativo consumo in termini di chilometri per litro di carburante). Il regime di coppia varia da motore a motore; occorre quindi scoprirlo all’interno del libretto d’uso e manutenzione che accompagna ogni veicolo.

I valori da conoscere

In genere, quando si è alla guida di un’auto diesel il regime di coppia massima è compreso tra i 1.500 e i 2.000 giri/minuto, mentre per un turbobenzina si va da 2.000 a 3.000 giri/minuto e per un benzina aspirato da 3.000 a 4.000 giri/minuto. È necessario, quindi, tenere il più possibile sotto controllo la lancetta del contagiri, in modo da mantenere il motore sempre vicino al regime di coppia massima, dove si ottiene il massimo rendimento e quindi il consumo minimo. Fondamentale l’utilizzo del cambio, per scegliere la marcia che mantiene il motore entro il regime di funzionamento ottimale.

È conveniente, quindi, passare rapidamente alla marcia superiore non appena la lancetta del contagiri segna l’avvenuto ingresso in regime di coppia; in caso di cambio automatico è da evitare il più possibile la manovra di kick-down, che si attua spingendo a fondo il pedale dell’acceleratore per ottenere l’inserimento di una marcia più bassa e una pronta ripresa.

Al contrario, se manteniamo il motore sotto il regime di coppia (ovvero sotto-coppia), la potenza disponibile si riduce. Di conseguenza il propulsore è poco pronto e quindi poco sicuro nel caso si abbia un improvviso bisogno di potenza, per esempio, in un sorpasso. Se, viceversa, il motore viene mantenuto sopra il regime di coppia (cioè sovra-coppia), la potenza a disposizione aumenta; sarà quindi possibile incrementare la velocità, ma il consumo salirà. È bene ricorrere al regime di sovra-coppia solo in fase di sorpasso, quando lo spazio per compiere la manovra è ridotto.

Aggiornato il