Bonus mobili 2021


Il bonus mobili 2021, può essere richiesto da chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia ammessi al relativo sconto fiscale.

Il bonus mobili 2021 si inserisce all’interno di un piano di incentivi introdotti per le ristrutturazioni delle unità abitative che si completano con l’acquisto di nuovi arredi ed elettrodomestici.

Il bonus consiste nella detrazione IRPEF del 50% che viene accordata ai contribuenti per far fronte alle spese sostenute per acquistare mobili ed elettrodomestici destinati ad immobili sottoposti a lavori di ristrutturazione edilizia avviati a partire dal 1° gennaio 2020. Quindi la data dei lavori di ristrutturazione deve essere ovviamente precedente a quella dell’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici oggetto della detrazione.

Potranno quindi richiedere la detrazione esclusivamente i contribuenti che cambiano arredi o elettrodomestici di immobili ristrutturati.

Soggetti beneficiari e tipologia di acquisti del Bonus mobili ed elettrodomestici 2021

La Legge di Bilancio art. 1 commi 58-60 conferma il beneficio della detrazione del 50% per l’acquisto di arredi o elettrodomestici in immobili oggetto di ristrutturazioni dal 1° gennaio 2020.
La detrazione continua ad essere accordata per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A+.
La detrazione viene richiesta nella dichiarazione dei redditi, che dovrà essere ripartita tra gli aventi diritto, e il riconoscimento in dieci quote annuali di pari importo.
L’ammontare verrà quantificato su una spesa complessiva non superiore a 16.000 euro (per il 2019 era massimo di 10.000).

Bonus mobili ed elettrodomestici 2021: elenco spese detraibili al 50%

Il valore massimo della spesa per il quale saranno riconosciute le agevolazioni fiscali ammonta per quest’anno a 16.000 euro. Per tale somma si potrà pretendere la detrazione Irpef del 50%.
L’elenco degli acquisti ammessi è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Di seguito a titolo informativo, sono riportati alcuni esempi:

  • Mobili ed arredi come ad esempio complementi per la camera da letto(letti, armadi e materassi), ma anche apparecchi di illuminazione;
  • Elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni) come ad esempio frigoriferi, stufe elettriche, congelatori ma anche apparecchi elettrici per il condizionamento e il riscaldamento.

Detrazione fiscale in 10 anni mediante 10 rate di pari importo per il bonus mobili

Il bonus mobili 2021 può essere richiesto per un importo massimo di 16.000 euro di spesa e le agevolazioni consistono in una detrazione del 50 per cento del costo sostenuto, da ripartire in 10 rate tra gli aventi diritto.
Per beneficiarne bisogna inserire le spese che si sono sostenute all’interno della dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico) e, a quel punto, la detrazione verrà riconosciuta nella forma di rimborso fiscale(Irpef). L’indicazione degli importi di spese nella dichiarazione dei redditi costituisce condizione necessaria ma non sufficiente ed è soltanto uno degli adempimenti per richiedere il bonus.
Sarà necessario aver cura di eseguire i pagamenti esclusivamente nelle modalità richieste e bisognerà trasmettere la comunicazione ENEA per l’acquisto di elettrodomestici.

Bonus mobili ed elettrodomestici 2021: modalità di pagamento

Le modalità di pagamento sono quelle indicate dall’Agenzia delle Entrate: pagamenti tramite bonifico, carta di debito o carta di credito.

La detrazione non è ammessa invece per gli acquisti pagati con assegni, contanti e altri mezzi di pagamento.

Se invece il pagamento è disposto tramite bonifico bancario o postale, si deve utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto dalle Poste S.p.a. e dalle banche per le spese di ristrutturazione edilizia.
Le stesse modalità di pagamento devono essere utilizzate anche per le spese di trasporto e montaggio dei beni.
Nel caso in cui si dovesse procedere al pagamento tramite carte di credito o carte di debito la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare (quella presente nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul conto.

Documenti e l’invio della comunicazione ENEA per richiedere il Bonus mobili ed elettrodomestici 2020

Per richiedere il bonus, il cittadino deve conservare i seguenti documenti:

  • La ricevuta del bonifico;
  • La ricevuta di avvenuta transazione per i pagamenti effettuati con carta di credito o di debito;
  • La documentazione di addebito sul conto corrente;
  • Le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Condizione necessaria al riconoscimento del beneficio è l’invio della comunicazione all’ENEA.
E’ utile tener presente che la detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche) e spetta unicamente al contribuente che usufruisce.

Il mobilificio Recchia vende mobili e complemento d'arredo per la casa. Offre un'ampia gamma di prodotti dagli stili raffinati e dalla qualità ricercata. E’ possibile consultare il loro store on line https://mobilirecchia.it/shop attraverso il quale poter acquistare i mobili in tutta Italia ed Europa.

Aggiornato il