Trasloco: Come organizzarlo al meglio senza stress


Se devi trasferirti in una nuova casa, ti sarà utile seguire questa semplice guida per poter organizzare il trasloco in modo ordinato e pratico.

Come vivere al meglio un trasloco

Sicuramente la pianificazione è un’alleata indispensabile per poter organizzare al meglio il tuo trasloco. Prepara una lista dettagliata partendo dalle operazioni fondamentali. Procedi per fasi e calcola attentamente le tempistiche, così potrai evitare di sentirti sopraffatto dall’elenco di tutto quello che c’è da fare. Questo ti permetterà di arrivare preparato al giorno effettivo del trasferimento. In quella data controlla un’ultima volta di non aver dimenticato nulla e informa la ditta di traslochi su specifici problemi: le norme per il parcheggio, la viabilità e le regole condominiali. Controlla che non manchi nulla e che l’area venga sgomberata dai rifiuti e dagli elementi non necessari. Come ultima cosa ricordati di effettuare la lettura dei contatori nella vecchia casa e di staccare acqua e corrente.

Le pratiche necessarie al trasferimento

Cerca di anticipare il più possibile le pratiche burocratiche e assicurati di aver pensato a tutto:

  • disdetta della casa: deve essere effettuata solitamente 3 mesi prima, in forma scritta ed inviata via raccomandata;
  • saldo di tutte le bollette;
  • decluttering: elimina tutto quello che non ti serve più. Per evitare sprechi puoi decidere di donare i tuoi oggetti a parenti, amici o associazioni di beneficenza (in questo ultimo caso informati su quali siano attive sul territorio e dove siano i punti di raccolta). In alternativa puoi rivenderli presso i mercatini dell’usato;
  • inventario: deve contenere tutto quello che possiedi in maniera chiara;
  • operazioni di imballaggio: parti dagli oggetti di cui non hai bisogno nell’immediato (ad esempio i vestiti non di stagione);
  • kit indispensabile: contiene tutto il necessario per insatolare, in modo che sia sempre a portata di mano (nastro adesivo, forbici, pennarelli, panno per pulire);
  • disposizione degli arredi nel nuovo appartamento: fai uno schema approssimativo che comprenda solamente i mobili di base. Se devi acquistare nuovi complementi d’arredo, puoi cercare su Outletmyhome.com i prodotti più adatti alla tua nuova casa e capire come sistemarli; provviste: inizia le operazioni “svuotafrigo” nelle settimane precedenti. Ricordati di sbrinare frigorifero e congelatore.

I vantaggi dell’aiuto dei professionisti

Se decidi di affidarti ad una ditta di traslochi specializzata il vantaggio principale sarà quello di poter delegare tutto il lavoro a professionisti dotati di mezzi adatti e abituati ad imballare, smontare e rimontare a tempo record. Assicurati che l’azienda offra adeguate garanzie sui mobili e sugli oggetti che vuoi trasportare e che sia al corrente di tutte le tue esigenze. Un trasloco “fai da te” invece ti permetterà di risparmiare ma comporta un grande dispendio di energie. È quindi consigliato solamente se la distanza da percorrere è molto breve e hai abbastanza tempo a disposizione. Una delle operazioni che puoi gestire da solo sono gli imballaggi degli oggetti personali, magari lasciando alla ditta solamente quelli più fragili.

Vantaggi di una nuova casa a risparmio energetico

Se stai traslocando in una nuova casa di tua proprietà allora dovrai pensare anche al risparmio energetico. Come prima cosa è importante verificare l’isolamento termico della nuova casa, la coibentazione dell’appartamento: potrebbe risultare necessario cambiare gli infissi e i serramenti per la sicurezza.

I pannelli solari termici oggi rappresentano una valida soluzione per il risparmio energetico, oltre ad essere una scelta ecologica ed economicamente conveniente per aumentare il valore della propria abitazione. L’installazione di un impianto fotovoltaico consente, infatti, di ridurre notevolmente i consumi accumulando energia solare durante il giorno per sfruttarla anche di notte, riuscendo così a coprire l’intero fabbisogno energetico domestico. Un impianto fotovoltaico è un sistema in grado di convertire la radiazione solare in energia elettrica attraverso l’uso di moduli o pannelli solari, che possono essere di varie tipologie ovvero piani, sottovuoto, con circolazione ad acqua e con il glicole. Il sistema fotovoltaico è dotato di collegamento ad un inverter, un dispositivo elettronico grazie al quale è possibile trasformare la corrente prodotta in modo continuo dai pannelli in corrente alternata per poterla utilizzare al meglio e canalizzarla nell’abitazione.

Se devi acquistare materiale elettrico, elettronico e meccanico per impianti solari fotovoltaici, puoi consultare Green Shop. Troverai prodotti innovativi per le Energie Rinnovabili.

Aggiornato il