Organizzare al meglio il proprio trasloco

In questa guida cercheremo di fare chiarezza sul trasloco e dispenseremo alcuni pratici consigli su come organizzare al meglio questa operazione spesso fonte e causa di momenti di stress e spiegheremo il perché è bene rivolgersi a ditte di traslochi esperte nel settore.

Caratteristiche generali del trasloco perfetto

Prima o poi tutti si imbattono nel trasloco e nel suo complicato labirinto di imprevisti. L’operazione è complessa e molto spesso viene sottovalutata. Si finisce col ritrovarsi in ritardo sulla tabella di marcia, carichi di stress e ansie facilmente smarcabili semplicemente grazie ad una buona strategia di pianificazione. La cosa più semplice ma allo stesso efficiente che tu possa fare è stilare una lista dettagliata partendo dalle fasi di base del tuo trasloco. Non lasciare nulla al caso, ogni scatolone da preparare, ogni oggetto da raccogliere, ha una sua tempistica e un suo spazio da occupare. Ma fondamentalmente, tempo da sottrarci. Sottovalutare il trasloco è una delle cose più sbagliate che si possano fare, ritrovandosi all’ultimo minuto ricoperti dalle nostre cose le quali saremmo costretti a buttare o a incastrare da qualche parte andando incontro alla possibilità che possano rompersi o perdersi. Stila quindi appunto una lista delle cose che vorrai portare con te nella nuova casa e quella delle quali, vista l’occasione, sei pronto a disfartene una volta per tutto. Questo ti aiuterà a capire realmente la quantità delle cose che dovrai portati via.

Operazioni da compiere prima del trasloco

Iniziare un paio di mesi prima del trasloco ad organizzarsi è la cosa migliore da fare. Il tempo, nelle giornate di routine, scorre velocemente e rischiamo di trovarci con l’acqua alla gola e gli scatoloni vuoti. Per non farti trovare impreparato il giorno del trasloco disfati il prima possibile delle pratiche burocratiche e assicurati di aver sbrigato ogni tipo di faccenda: Naturalmente fai la richiesta della disdetta della casa al momento occupata Esegui il saldo delle vecchie bollette Organizzati per l’attivazione delle nuove utenze Cogli l’occasione per fare un po’ di decluttering (disfati di tutto ciò che non ti serve!) Crea un inventario delle cose più preziose e importanti Imballa tutte le tue cose cercando di ottimizzare lo spazio dei tuoi scatoloni (guarda qualche tutorial su youtube) Procurati gli arredi e oggetti fondamentali da portare nella nuova casa Svuota frigorifero e freezer, cercando di consumare tutto per tempo e non rischiare di dover buttare cibo e denaro

Collabora con la ditta di traslochi

Tutte queste operazioni ti risulteranno utili per arrivare preparati al massimo il fatidico giorno. Comunica e dialoga con la tua ditta di traslochi, informando loro su specifici problemi che potrebbero presentarsi come le norme e gli spazi per il parcheggio, la viabilità e le regole condominiali. Controlla che non ci siano impedimenti di movimento come secchioni dell’immondizia o aiuole non calpestabili. Ricordati di effettuare la lettura dei vecchi contatori e di staccare acqua e corrente. Ricordati di far scaricare tutti gli scatoloni nella camera giusta, ponendo sopra di essi un’etichetta chiara e ben leggibile.

Cosa fare dopo il trasloco

Una volta giunti nella nuova abitazione dovrai sballare tutti gli scatoloni. Cerca di aprirli tagliando il nastro di chiusura con un taglierino, al fine da non romperli, piegarli e poterli eventualmente utilizzarli di nuovo in futuro. Armati di prodotti igienici per ripulire tutta la sporcizia creatasi durante il trasloco e piano piano studia gli spazi della nuova abitazione e come ottimizzarli al meglio. Appena puoi effettua un check completo. Accertati che rubinetti, prese elettriche e impianto di riscaldamento sia funzionante. Consigliamo di pulire al meglio in primis bagno, cucina e camera da letto. Successivamente si passerà al resto della casa. Gli scatoloni che per ovvie ragioni non si è riusciti ancora a sballare si consiglia di “parcheggiarli” uno sopra all’altro (ponendo la giusta attenzione sul contenuto) in angoli ancora vuoti o sgombri della casa.

Perché rivolgersi a ditte di traslochi

Il vantaggio di rivolgersi ad una ditta di traslochi è quello di non doversi occupare di nulla di tutto quello di cui si è parlato finora. Sarà la ditta, armati di professionisti e mezzi idonei al trasloco, ad occuparsi di imballare, smontare e rimontare tutto in tempo di record. Dovrai semplicemente accertarti che l’azienda di traslochi in questione offra adeguate garanzie su mobili e oggettistica varia da trasferire da una casa all’altra e che sia al corrente di tutte quante le tue esigenze e in grado di soddisfarle. Una delle opzioni eseguibili in solitaria è quella dell’imballaggio ma attenzione agli oggetti fragili: lampadari e oggetti di antiquariato è meglio farli maneggiare da professionisti di settore.

Riepilogo

Scrivi un inventario dettagliato di tutto ciò che hai deciso di portare con te Classifica gli scatoloni secondo etichette ben precise Se siete colmi di giocattoli un metodo per scegliere quali non portare è quello di “nasconderli” subito in uno scatolone. Se non verranno richiesti ve ne potrete disfare Se hai figli trasforma l’imballaggio in un gioco tramite il quale coinvolgerli e alleggerire loro il distacco dalla casa Moltiplica per 3 nella tua mente il numero di scatoloni necessari al trasloco. Si crede sempre di riuscirci con poco Il trasloco è un momento importante della vita di ogni persona. Organizzarlo al meglio è un ottimo modo per vivere sereni l’inizio dell’esperienza nella nuova casa. Per questo, qualora ci sia la possibilità, consigliamo sempre di rivolgersi a ditte di traslochi professionali per vivere questo momento in totale tranquillità.

Aggiornato il