Come gestire il tuo trasloco senza stress


Da recenti studi è stato dimostrato che l‘ansia da trasloco si posiziona al terzo posto nella classifica delle cose stressanti sia mentalmente che fisicamente, dopo la separazione e il lutto di una persona cara. In effetti il trasloco è una separazione, un distacco forzato o meno da un ambiente che magari si è vissuto per anni e che rimane nel cuore di chi lo deve lasciare. A questa difficoltà, si aggiunge lo stress della preparazione del trasloco e ciò che ne consegue, come il riadattamento.

È un evento che oltre a causare tantissimo stress e può portare via tantissimo tempo, soprattutto se si decide di provvedere a tutte le pratiche di imballaggio e trasporto in autonomia. Oltre a tempo e molto lavoro, nel concreto è necessario avere mezzi di trasporti adeguati. Fornirsi di scatoloni e carta da imballaggio è semplice, ma cambiare la proprio auto con un furgone, no…

Se vivi a Napoli o in provincia di Napoli e vuoi approfittare dello smontaggio e montaggio mobili, con annesso il trasporto, puoi contattare 3C traslochi.

Trasloco fai da te o ditta di traslochi?

Il trasloco in autonomia può essere la scelta giusta quando si tratta di spostamenti poco impegnativi (come quello da una stanza ad un’altra nella stessa città), ma può trasformarsi in un incubo se si prende sottogamba.

Il vantaggio di chiamare una ditta specializzata non consiste solo ad essere aiutati nel trasporto, ma anche il contributo nello smontare e assemblare i mobili; i consigli e la fornitura dei materiali per l’imballaggio; l’opera di smaltimento di eventuali rifiuti ingombranti.

Inoltre, puoi richiedere un preventivo gratuito, quindi perché non contattare la ditta ed evitare di sovraccaricarsi di responsabilità?

Se vivi in Campania, puoi rivolgerti a 3C traslochi ti faranno un preventivo gratuito e ti aiuteranno in ogni fase del trasloco.

Qualche consiglio per il tuo trasloco

  • Appena vieni a conoscenza del fatto che devi trasferirti o si decide di traslocare è bene fare una cernita di ciò che si desidera portare nella nuova casa. Fai una check-list.
  • Due mesi prima della data del trasferimento (se si ha la possibilità visto che esistono casi di traslochi tempestivi) chiama la ditta per un sopralluogo.
  • Fai le foto agli oggetti a cui tieni di più e hanno un certo valore. Durante il trasporto qualcosa si potrebbe danneggiare e solo con una fotografia potrai dimostrare che prima l’oggetto era intatto.
  • La magia delle etichette: ricordati di scrivere cosa contengono i pacchi, per svuotarli con senso logico e reperire facilmente gli oggetti.
  • Kit emergenza: tieni da parte ciò che per te è fondamentale, cosicché nonostante tutti gli scatoloni da svuotare, quello che per te è vitale lo avrai sempre a portata di mano.

Ricordati delle pratiche burocratiche

Come per esempio la disdetta delle utenze (energia elettrica, gas, immondizia, telefono, ecc.)

  • Luce e gas: Si può approfittare del trasloco per cambiare le utenze e scegliere tra le offerte più convenienti sul mercato. Esistono diversi i fornitori e paragonandoli, puoi scegliere l’offerta più adatta alle tue esigenze.
  • Telefono ed internet: Per il telefono ed internet è necessario avvisare il gestore circa un mese prima del trasferimento, le modalità cambiano da gestore a gestore. Per tutte le news riguardo la telefonia consulta il portale Tech Enthusiast.
  • Informare il condominio della tua partenza (per l’acqua)
  • Anagrafe: Recati all’anagrafe per il cambio di residenza.
  • Medico: Recati presso l’Unità Sanitaria Locale e scegli un medico disponibile che ti ispiri fiducia.
  • Rifiuti: Ricordati di dare disdetta al comune per la vecchia abitazione e registrati al nuovo (nel caso in cui cambiassi comune).
Aggiornato il