skip to Main Content
Come Riconoscere Gli Incaricati Acea Porta A Porta

Come riconoscere gli incaricati Acea porta a porta

La liberalizzazione del mercato, e quindi la nascita del mercato libero e di tutela, ha determinato la nascita di un’accesa competizione tra i vari attori all’interno del mercato.

Tale situazione però non sempre risulta essere “pulita”. Ci sono, infatti, svariati casi di concorrenza sleale che è bene tener presente in modo da non ritrovarsi con spiacevoli sorprese sulla propria bolletta energetica.

Uno dei problemi principali è rappresentato dalle truffe porta a porta che sempre di più stanno diventando una situazione da tenere sotto controllo. Per evitare questo vediamo di analizzare il caso inerente agli incaricati Acea porta a porta. In modo tale che i clienti di questo importante fornitore, non si trovino in situazioni spiacevoli.

Sommario:

Qual è la regolamentazione per gli agenti Acea porta a porta?

Il problema ha determinato, nel corso degli anni, spiacevoli situazioni che hanno obbligato l’Autorità dell’Energia Elettrica e del Gas a prendere dei provvedimenti in modo da frenare il fenomeno.

ARERA ha quindi stabilito un regolamento che gli incaricati Acea porta a porta, lo stesso vale per gli altri fornitori come Enel e Eni, devono seguire per poter vendere dei contratti.

A volte, però, il problema nasce soprattutto perché non sono le stesse società fornitrici di energia elettrica a effettuare la vendita, ma altre aziende intermediarie che non sempre rispettano queste regole.

Come identificare gli incaricati Acea porta a porta?

Acea-logoIn primo luogo, è importante capire chi abbiamo di fronte quando apriamo la porta.

È importante chiedere il tesserino di lavoro nel quale devono essere indicati i dati dell’incaricato (nome cognome e fornitore). Nel caso ne sia sprovvisto è bene richiedere un documento d’identità.

Altro aspetto da evitare è dare i propri dati anagrafici. Infatti, solo se si è sicuri si procede a dare questi dati. Solitamente, in caso di raggiri, si tende a ottenere queste informazioni fingendo di fare sondaggi sul consumatore in modo da poter venire a conoscenza del Codice POD del contatore oppure di altri valori sensibili.

Per questo è bene mai consegnare nessuna bolletta. Non bisogna permettere l’accesso al contatore in modo da evitare che possano fotografare in qualunque modo i vostri dati.

In questo modo c’è il rischio che proceda, in maniera del tutto illegale, al cambio di contratto di fornitura a vostra insaputa.

Nel caso in cui non si abbiano dubbi circa la reale identità del soggetto che avete davanti e che le offerte luce e gas rispondano alle vostre esigenze allora potete procedere al contratto.

Anche in questo caso è bene controllare sempre cosa si sta firmando e se risponde alle leggi.

Infine, mai dare soldi all’incaricato. Infatti, nessun incaricato Acea porta a porta, come qualunque altra tipologia di agente, è autorizzato a raccogliere denaro. Tutte le cifre stabilite all’interno del contratto vanno pagate secondo la modalità stabilita dal contratto. Lo stesso vale per le bollette energetiche, il cui pagamento, attualmente, può anche avvenire online o tramite RID.

Il caso degli incaricati Acea porta a porta della provincia di Frosinone.

cambio operatore luceUn esempio di cosa può accadere è successo qualche anno fa nella provincia di Frosinone, nella regione Lazio.
Alcuni agenti si sono presentati come incaricati Acea porta a porta proponendo modifiche al contratto registrando dati inerenti alla fornitura e al contatore.

Acea ha effettuato un comunicato attraverso il quale si ricorda ai clienti che gli operatori dell’azienda hanno con sé sempre il badge, che hanno l’obbligo di dover mostrare. Inoltre, ha ricordato che non è possibile per gli incaricati Acea porta a porta ricevere denaro e indicando i dati di contatto nel caso ci si trovi ad avere a che fare con situazioni di questo tipo.

Queste situazioni sono le tipiche che ci hanno portato alla creazione di Fornitori – Luce. La creazione di un sito web che consente ai vari utenti di conoscere meglio il mercato energetico e risolvere problematiche legate alla gestione (voltura, subentro, bolletta non pagata), ma anche situazioni che possono portare un rischio effettivo di venire truffati.

Per questo vi consigliamo di continuare a rimanere con noi!

Come riconoscere gli incaricati Acea porta a porta ultima modifica: 2018-06-26T08:30:59+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top