skip to Main Content
Acea Energia Voltura Per Decesso: Come Si Fa

Acea Energia voltura per decesso: come si fa

La voltura è una procedura molto comune e che si verifica qualora dobbiamo provvedere al cambio di intestatario di un utenza attiva.

Comunemente la procedura si effettua quando ci troviamo di fronte ad un trasloco, ma possono esserci altre cause che possono determinare l’attivazione di tale fattispecie. Oggi analizziamo la procedura di Acea Energia voltura per decesso.

Sommario:

Acea Energia voltura per decesso: differenza tra voltura e subentro.

Prima di cominciare a trattare nello specifico la fattispecie di Acea Energia voltura per decesso bisogna distinguere cosa intendiamo con le due operazioni di voltura e di subentro.

Il distinguo è abbastanza semplice:

  • Voltura. Si ha quando la fornitura di energia elettrica e gas risulta essere attiva e quindi vogliamo provvedere ad un cambio di intestatario del contratto.
  • Subentro. Quando la fornitura di energia elettrica e gas non è attivata. Questo vuol dire che entrando in una casa non funzionano né luce né gas. Per questo l’unico procedimento è cambiare l’intestatario riattivando la fornitura. Questo procedimento prende il nome di fornitura.

Come visto le procedure sono simili, ma hanno una differenza sostanziale: l’attivazione del servizio di fornitura. Acea Energia da anni svolge questa attività di fornitura e prevede, all’interno dei servizi offerti, procedimenti che consentono di gestire al meglio queste procedure. In questo caso consideriamo la voltura Acea Energia per decesso.

Cosa devono fare i familiari per Acea Energia voltura per decesso?

Voltura per decessoIn caso l’intestatario dei contratti di fornitura di luce e gas sia deceduto, i servizi possono continuare ad essere utilizzati dai membri appartenenti al nucleo familiare. Per fare in modo che sia tutto regolare però è necessario contattare il fornitore per procedere alla voltura Acea Energia per decesso.

Infatti, dovrà essere inviata una comunicazione con la quale vanno indicati i dati del nuovo intestatario appartenente al nucleo familiare.

Risulta essere un’operazione molto semplice in quanto non sarà necessario redigere un nuovo contratto di fornitura.

La procedura Acea Energia voltura per decesso spetta agli appartenenti al nucleo familiare che vivevano con il deceduto, ma anche al convivente.

Eventuali variazioni della fornitura, come costi inerenti alle variazioni della potenza energetica, possono essere soggette a costi extra.

Come effettuare la voltura Acea Energia per decesso se non sono un familiare?

Precedentemente abbiamo considerato la procedura di Acea Energia voltura per decesso nel caso il deceduto sia un familiare o un convivente, ma non sempre si determina questa situazione.

Cosa fare in questo caso? La procedura che viene applicata in questo caso è quella tradizionale di voltura.

Per una maggiore completezza informativa vi invitiamo a leggere questo articolo che vi guiderà passo passo per la vostra procedura di voltura di luce e gas.

Quali sono i documenti richiesti da Acea Energia per la voltura per decesso

La fattispecie si suddivide a seconda di se stiamo parlando di un familiare/convivente o di un soggetto che non ha nessuno dei due vincoli con il defunto.

Nel caso in cui stiamo considerando la voltura Acea Energia per decesso di un familiare o convivente i documenti da considerare sono:

  • Il codice cliente che permette di identificare le utenze.
  • Il nome e la residenza del precedente intestatario della fornitura di energia.
  • Il documento d’identità del nuovo intestatario della fornitura, va bene anche una copia.
  • La condizione con la quale viene indicato di essere l’unico erede oppure, in caso di co-eredi, presentare le firme di tutti soggetti e le copie dei documenti d’identità. In questo modo si ha l’autorizzazione a procedere.
  • I dati che riguardano il decesso del precedente intestatario oppure una copia del certificato di morte.

Nel caso in cui ci troviamo di fronte ad una procedura Acea Energia voltura per decesso per un soggetto che non è né familiare né convivente, i documenti da dover presentare sono quelli previsti comunemente per un procedimento di voltura di energia.

In ogni caso la documentazione va presentato ad Acea Energia attraverso l’area clienti web My Acea.

Quali sono i costi necessari per una voltura Acea Energia per decesso?

Anche per quanto riguarda i costi la procedura di Acea Energia voltura per decesso prevede una differenziazione a seconda se si considera un familiare o un soggetto esterno al nucleo.

In linea generale, per i familiari, non sono previsti costi aggiuntivi. Le uniche spese sono quelle legate agli oneri che sono destinati al distributore di energia elettrica.

Nel caso di un soggetto terzo, invece, i costi sono quelli tradizionali di una voltura di energia e sono legati alla tipologia di mercato a cui ci stiamo riferendo: mercato libero o di tutela.

Acea Energia voltura per decesso: perché Acea Energia?

roma voltura per decessoL’azienda fornitrice di energia elettrica Acea Energia sono anni che lavora in questo campo cercando le migliori modalità possibili per offrire un servizio al cliente rapido ed efficiente.

Le tariffe applicate da questo fornitore, infatti, consentono ogni anno di poter ottenere un risparmio di circa 160 euro e quindi di essere molto convenienti per il consumatore finale.

Nata come azienda specifica per la città di Roma, da lì, ha avuto una rapida espansione in tutto il territorio nazionale. Una sorta di rievocazione della conquista dell’impero romano.

Acea Energia voltura per decesso: come si fa ultima modifica: 2018-05-17T08:30:36+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top