skip to Main Content
Come Non Pagare L’IVA E L’accisa Energia Elettrica?

Come non pagare l’IVA e l’accisa energia elettrica?

Le bollette dell’energia elettrica presentano al loro interno dei costi che vanno al di fuori di quelli che vengono definiti all’interno del contratto di fornitura.

Iva e accise incidono sulla nostra spesa mensile della luce. Per questo è bene comprendere cosa stiamo pagando e quanto, l’introduzione di queste voci, incide sulla nostra bolletta.

In questo caso vediamo di analizzare queste singole voci e vedere quali possono essere le modalità per non pagare l’accisa energia elettrica.

Sommario:

Cos’è l’Iva e l’accisa energia elettrica?

All’interno di un contratto di fornitura di energia elettrica possono essere presenti due tipologie di tassazione: l’accisa e l’IVA.

L’accisa energia elettrica cos’è?

L’accisa, rappresenta l’imposta erariale sul consumo. Questa imposta viene applicata in base alla quantità di energia consumata durante il periodo di fornitura. È una tassa che risulta essere collegata al consumo misurato in kWh. Il valore di tale imposta è legato alla tipologia di cliente della fornitura, per questo esistono un’accisa civile, per l’utente semplice, o industriale, legata ad un’attività aziendale.

Cos’è l’IVA energia elettrica?

L’IVA, rappresenta, invece, l’imposta sul valore aggiunto. Vuol dire che il valore totale del servizio determina la cifra su cui deve essere applicata l’imposta. In maniera simmetrica a quella dell’accisa i valori dell’IVA variano a seconda di se stiamo avendo a che fare con un cliente domestico o aziendale.

Entrambe le voci possono presentare delle procedure di rimborso accise energia elettrica o esenzione IVA energia elettrica in determinati casi particolari previsti dalla legge.

Riduzione IVA energia elettrica: come ottenerla?

esclusioneCome detto in precedenza l’IVA presenta dei differenti valori a seconda di che ci troviamo ad avere a che fare con un utente domestico o aziendale.

L’IVA aziendale ha delle agevolazioni che consentono alle varie società di evitare o ridurre il pagamento di questa tassa, nel caso in cui si presentino delle determinate caratteristiche. Se queste condizioni si determinano, allora alle aziende spetterà una riduzione dell’IVA energia elettrica al valore del 10%.

I soggetti che hanno diritto alla riduzione IVA energia elettrica sono:

  • Tutte le imprese estrattive e manifatturiere. Queste ultime includono anche le imprese editoriali o simili.
  • Le imprese agricole. Appartenenti al settore agricolo e che vengono definite come tali dalla legislatura.
  • Soggetti che utilizzano la fornitura di energia elettrica per un uso, cosiddetto, domestico (scuole, case di riposo, conventi, etc.).
  • Utenti che usano l’energia per alimentare impianti di irrigazione e di scolo delle acque (consorzi).

Esenzione IVA bollette energia elettrica: per chi è valida?

In precedenza abbiamo illustrato i soggetti che sono meritevoli di una riduzione dell’IVA. Esistono, invece, delle categorie, per le quali, è prevista un’esenzione totale del pagamento di questa imposta.

I soggetti per i quali è prevista l’esenzione IVA bollette energia elettrica sono:

  • Quegli operatori economici che ogni anno effettuano delle operazioni che sono superiori al 10% del volume d’affari dell’anno precedente. Questi vengono definiti come esportatori abituali.
  • Le sedi diplomatiche e i consolati. Sono esentati anche i rappresentanti di queste figure pubbliche.
  • Le organizzazioni internazionali riconosciute.
  • Tutte le forze armate appartenenti a qualunque Stato che aderisce al patto della NATO.
  • Lo Stato di Città del Vaticano e la Repubblica di San Marino.

Esclusione accisa energia elettrica: quali sono i soggetti?

Questa fattispecie identifica tutti quei soggetti che hanno un’esclusione accisa energia elettrica. Questo vuol dire che non è proprio previsto, nel loro caso, il pagamento dell’imposta.

I profili di utenti che sono esclusi dal pagamento dell’accisa energia elettrica sono:

  • Le aziende che usufruiscono della fornitura di energia elettrica per processi legati alla riduzione chimica, elettroliti e metallurgici.
  • Società che sono impegnate in processi elettrolitici mineralogici e per i quali hanno bisogno di energia elettrica.
  • Le aziende che realizzano prodotti nel cui costo l’energia elettrica incide con una quota superiore al 50%.

Esenzione accisa energia elettrica: come ottenerla?

esenzioneIn questa sezione sono previste le aziende per le quali è previsto il pagamento dell’imposta, ma che non devono pagarla in quanto hanno la possibilità di avere questa agevolazione.

I soggetti per i quali è prevista l’esenzione accisa energia elettrica sono:

  • Le imprese che si dedicano alla produzione di energia elettrica.
  • Le aziende che usano l’energia elettrica per il corretto funzionamento delle linee ferroviarie per merci e passeggeri.
  • Le aziende che utilizzano l’energia elettrica per le linee di trasporto urbano e interurbano.
  • Gli opifici industriali che hanno un consumo di energia elettrica superiore a 1.200.000 kWh al mese.

Moduli esenzione IVA e accisa energia elettrica

Per richiedere queste agevolazioni o dati vi invitiamo a prendere contatto direttamente con il vostro fornitore di energia elettrica che vi dirà tutta la modulistica per l’esenzione dal pagamento di accisa e IVA energia elettrica.

Cliccando sul vostro fornitore potete avere accesso a tutti i numeri di contatto:

 

Come non pagare l’IVA e l’accisa energia elettrica? ultima modifica: 2018-07-16T08:30:52+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top