skip to Main Content
Gestori, Fornitori, Distributori: Che Differenza C’è?

Gestori, fornitori, distributori: che differenza c’è?

All’interno del mercato energetico diverse sono le figure di riferimento. Spesso, in Italia, si fa confusione quando si parla di gestori, fornitori e distributori in quanto sono enti sui quali non c’è la necessaria corretta informazione. In questo articolo cerchiamo di spiegare le differenze e di parlare delle società di riferimento per ognuna di queste categorie.

Sommario:

La filiera del mercato energetico

Quando la materia prima viene trasformata in energia elettrica ha avvio la cosiddetta filiera elettrica, suddivisa in diverse fasi. Precedentemente alla liberalizzazione del mercato queste erano tre, ossia generazione/trasmissione, distribuzione, vendita. A seguito del decreto Bersani se ne sono aggiunte due e la situazione, oggi è la seguente:

  • Generazione
  • Vendita all’ingrosso
  • Trasmissione
  • Distribuzione
  • Vendita al dettaglio

La presenza della luce nelle nostre abitazioni è, seppur possa sembrare gigantesco, strettamente dipendente dalla corretta successione di queste fasi.

Chi è il gestore di luce e gas

La gestione della rete elettrica è effettuata dagli enti che si occupano di trasportare l’energia direttamente sulla stessa. I loro compiti sono, precisamente:

  • Trasporto attraverso cavi (energia) o metanodotti (gas)
  • Dispacciamento (gestione dei flussi sulla rete)
  • Monitoraggio dei flussi
  • Coordinamento degli impianti di produzione, della trasmissione

Precedentemente al decreto Bersani la gestione era sotto monopolio. Allo stato attuale nell’energia sono 12 i gestori seppur la maggior parte della rete (una quota superiore al 98%) è di proprietà diretta di Terna.
Per il gas la situazione non è molto lontana: il 94% delle reti gas sono di proprietà di Snam Rete Gas.produzione_luce

Chi è il distributore di luce e gas

Le società che gestiscono materialmente il trasporto e la consegna dell’energia sono i distributori. Hanno un ruolo attivo di gestione reti e distribuzione della materia prima nonché di proprietà dei contatori che fanno sempre capo agli stessi, sia per quanto riguarda l’energia che per il gas. Proprio per questo al distributore fa anche capo la lettura dei contatori, soprattutto per quanto concerne quelli di nuova generazione (smart meters).

Per eventuali problematiche con l’allacciamento luce o allaccio gas il distributore è inoltre l’ente di riferimento. Stesso discorso per guasti al contatore, per i quali sono attivi diversi numeri verdi.

Tra i distributori principali di energia, in Italia, troviamo:

I distributori principali di gas sono invece:

  • Italgas (leggi l’articolo sul distributore di gas naturale con sede a Milano);
  • Snam Rete Gas;
  • 2i Rete Gas;
  • Unareti;
  • Inrete;
  • Ireti

Molti altri sono presenti dato che la distribuzione è spesso soggetta a specifiche e proprie di aree di residenza. Proprio per questo è possibile citare le società più famose e importanti del mercato ma la lista sarebbe comunque lunghissima in quanto variabile per ubicazione.
Se vuoi conoscere i distributori di energia e gas presenti nella tua zona, ti consigliamo di consultare un elenco per residenza, specifico, come quello che troverai qui: https://luce-gas.it/elenco.

Chi è il fornitore di luce e gas

È certamente l’entità più conosciuta nel mondo dell’energia, anche solo per il fatto di essere molto spesso il vero e unico intermediario tra il cliente e la materia prima. Detto anche società di vendita, il fornitore acquista l’energia presso il produttore o presso la Borsa elettrica e si occupa della vendita finale, al dettaglio, agli utenti.

Le attuali offerte sono assai diverse data la liberalizzazione del mercato dell’energia che ha permesso l’ingresso di nuove società sia nell’ambito della fornitura che della distrubizione. Con ciò si è potuto diversificare il range di offerte e il cliente ha la totale libertà di poter scegliere quella che ritiene più vantaggiosa, senza dover pagare eventuali penali.

Attualmente, l’utente può inoltre scegliere un fornitore nel Servizio di Maggior Tutela, con un prezzo regolato dall’Autorità oppure fiondarsi nel Mercato Libero (qui le differenze) che diverrà l’unico disponibile a partire da luglio 2020, a seguito della proroga stabilita dal Governo Conte tramite Decreto Milleproroghe.

Il mondo dei fornitori è, come detto, estremamente variabile e per questo non è possibile citare tutti gli enti attivi sul mercato. Tuttavia, i più conosciuti sono certamente:

  • Enel, il colosso ex monopolista con la fetta più importante sul mercato;
  • Eni;
  • Edison;
  • Illumia;
  • Energrid;
  • AGSM;
  • WeKiwi, brand tecnologico di cui spesso abbiamo parlato (come in questo articolo);
  • E-On

Anche in questo caso, come per quanto detto sui distributori, l’elenco è soggetto a modifiche a seconda della propria area di residenza. Per scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze è bene quindi, oltre ad analizzare le necessità domiciliari e i consumi propri, conoscere i fornitori presenti sul proprio territorio per poter effettuare una selezione più accorta.

Le ricerche degli operatori di riferimento della propria zona sono semplificate dalla ricerca online che si può fare sul sito dell’Autorità, seguendo questo link (https://www.arera.it/ModuliDinamiciPortale/elencooperatori/elencoOperatoriHome) e scegliendo per area di riferimento (regione, provincia o comune), tipo di ente e mercato che interessa.

Gestori, fornitori, distributori: che differenza c’è? ultima modifica: 2018-11-19T10:00:27+00:00 da La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top